Archivi tag: Venezia

premio arte laguna

PREMIARE L’ARTE SOSTENIBILE: IL PREMIO ARTE RIUSO E SOSTENIBILITÀ DEL 2018 SI FOCALIZZERÀ SULLA PLASTICA

Per il 2018 il Premio ARS: Arte Riuso e Sostenibilità si focalizzerà sulla plastica e, in particolare, sugli imballaggi prodotti in materie plastiche, con il sostegno del consorzio Corepla.

Il Premio Arte Laguna attraverso l’arte ha l’obiettivo di interessare la comunità locale e internazionale ai temi della sostenibilità, nello specifico valorizzando le strategie delle RRR (Riuso, Riciclo, Riduco) con un focus sul recupero e la valorizzazione di alcuni materiali. Per il 2018 il Premio ARS: Arte Riuso e Sostenibilità si focalizzerà sulla plastica e, in particolare, sugli imballaggi prodotti in materie plastiche, con il sostegno del consorzio Corepla.

Dal 2015 il Premio Arte Laguna ha dato vita ad una sezione speciale del concorso internazionale dedicata alla Sostenibilità e all’Arte promuovendo una sensibilizzazione del gesto artistico, della creatività, del design e in generale delle arti visive e performative nei confronti delle strategie di Riuso Riduco Riciclo.

Il Premio ottiene il patrocinio morale del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Insieme per premiare l’arte sostenibile, originale e creativa questo l’obiettivo della sinergia nata tra il Premio Arte Laguna, il Consorzio Corepla (Consorzio Nazionale per la raccolta, il riciclo e il recupero degli imballaggi in plastica) e l’Università Ca’ Foscari di Venezia, attraverso il programma Ca’ Foscari sostenibile.

Il vincitore, che si aggiudicherà un premio di 3.000 euro, sarà scelto da un’apposita commissione di cui faranno parte oltre al Presidente di giuria del Premio Arte Laguna e curatore Igor Zanti anche l’Università Ca’ Foscari e Corepla, la proclamazione ufficiale sarà in occasione dell’inaugurazione della mostra dei finalisti all’Arsenale di Venezia il 16 Marzo 2019.

Maggiori informazioni e bando di concorso sono disponibili su: www.premioartelaguna.it

I PARTNER

Corepla (Consorzio Nazionale per la raccolta, il riciclo e il recupero degli imballaggi in plastica)

Corepla è il consorzio nazionale per la raccolta, il riciclo e il recupero dei rifiuti di imballaggi in plastica, nato con il decreto legislativo 22/97 e attualmente regolato in base al decreto legislativo 152/06. Con circa 2.600 imprese consorziate della filiera del packaging in plastica (produttori di materia prima, produttori di imballaggi, utilizzatori che autoproducono i propri imballaggi, riciclatori), Corepla garantisce che gli imballaggi raccolti in modo differenziato in 7.000 Comuni italiani siano avviati a riciclo e recupero con efficienza, efficacia ed economicità.

Università Ca’ Foscari Venezia

L’Università Ca’ Foscari Venezia dal 2010, attraverso il programma Ca’ Foscari sostenibile, si occupa di promuovere la sostenibilità. Ca’ Foscari si impegna ogni anno ad incoraggiare azioni e comportamenti che riducano l’impatto dell’università sull’ambiente e sulle risorse naturali, e a promuovere il benessere della comunità, l’equità sociale e lo sviluppo economico.

tram

LE ROTAIE DEL TRAM MESTRINO SONO UNA VERA E PROPRIA TRAPPOLA PER CICLISTI E MOTOCICLISTI

MESTRE. Le rotaie del tram mestrino continuano a rappresentare una trappola soprattutto per ciclisti e motociclisti.

Molti sono i i cittadini che si rivolgono allo sportello “risarcimento danni” dell’Adico dopo essersi infortunati sui binari colpevoli di aver fatto cadere decine di persone, alcune delle quali hanno subito danni fisici molto seri alcuni anche risultati letali. L’ufficio legale dell’ associazione anche in questi ultimi giorni si è ritrovato a seguire più di un socio vittima di quelle rotaie che creano problemi anche alle auto, facendole spesso sbandare, figuriamoci ai mezzi con due ruote. Le rotaie che sono una insidia evidente, segnalata dai cartelli, e impongono cautela se si viaggia su due ruote ma si possono mettere in atto correttivi per potenziare la sicurezza. Come le corsie riservate, tema caro anche ai sindacati dei lavoratori di Actv.

I binari del tram sono senza dubbio una insidia per chi ci passa sopra e l’associazione Adico ha da subito denunciato questo problema avendo seguito moltissimi soci rimasti feriti dopo la caduta sulle rotaie. Adico ha dovuto aprire un intero fascicolo visto le richieste di assistenza. Purtroppo allo stato attuale non sono mai arrivate risposte positive ma l’associazione non intende arrendersi, essendo sotto gli occhi di tutti la pericolosità di quel binario”. L’intervento di un ufficio legale diventa comunque necessario prima di procedere in qualsiasi altro modo. Tramite lo sportello “risarcimento danni” l’associazione chiede al Comune l’apertura del sinistro e intima il pagamento di un risarcimento. E’ questo il primo necessario passo prima, per esempio, di rivolgersi al Tribunale.

“Noi proseguiamo la nostra battaglia – continua Garofolini – e mi auguro che presto vengano riconosciute le responsabilità di questo tipo di binario in relazione alle tante cadute che sono avvenute in ogni zona di Mestre. E’ evidente che le rotaie non siano state realizzate a regole d’arte come testimonia il fatto che sono avvenuti decine di incidenti e continuano ad avvenire ancora oggi”.

Fonte: ADICO

ISCRIZIONI APERTE PER LA 13° EDIZIONE DI ARTE LAGUNA PRIZE. NUOVISSIMA SEZIONE DI DESIGN. ANNUNCIATA LA PRESTIGIOSA GIURIA.

Ormai da tredici anni, Arte Laguna Prize promuove l’arte contemporanea in tutte le sue forme grazie a un’eccellente giuria che seleziona, tra migliaia di artisti internazionali, le opere da esporre nel suggestivo Arsenale di Venezia durante la grande mostra di marzo.

Il premio Arte Laguna Prize ha ricevuto la medaglia del Presidente della Repubblica Italiana ed è patrocinato tra gli altri dal Ministero degli Esteri, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, Regione del Veneto, Comune di Venezia, Università Cà Foscari di Venezia, Istituto Europeo di Design. Per la prima volta viene aperta una nuova importante sezione dedicata all’arte del design.

Questo cambiamento “è la prosecuzione naturale della crescita di Arte Laguna Prize e l’espressione dei labili confini tra design e arte che da tempo osserviamo” afferma una delle fondatrici di Arte Laguna Prize Laura Gallon.

La sezione design, supportata da Antrax IT, azienda produttrice di oggetti di design per il riscaldamento, avrà una giuria creata ad hoc, così come tutte le altre sezioni già esistenti. I professionisti da cui è composta sono: Alfonso Femia, architetto, Danilo Premoli, architetto e designer e Igor Zanti, curatore generale del premio e direttore di IED Venezia. È possibile grazie alla nuova categoria inviare proposte di arredo che arricchiscano l’esperienza abitativa in cui la componente visiva si trova al primo posto.

Ora è possibile contare dieci categorie a cui artisti e creativi potranno candidarsi fino al 27 novembre 2018: design, pittura, scultura e installazione, arte virtuale, arte fotografica, grafica digitale, video arte e cortometraggi, performance, arte urbana, land art.

Le altre sezioni di concorso

Le sezioni storiche verranno valutate da esperti d’arte internazionali selezionati in base a curriculum e competenze: Flavio Arensi – direttore dei musei di Legnano; Filippo Andreatta – regista teatrale e co-curatore di Centrale Fies; Mattias Givell – co-direttore di Wanås Konst in Svezia; Eva González-Sancho – co-curatrice della prima Biennale di Oslo del 2019; Simone Pallotta – curatore di arte pubblica e urbana; Richard Noyce – scrittore, docente e critico d’arte; Enrico Stefanelli – direttore artistico di Photolux Festival di Lucca; Alessandra Tiddia – chief curator presso il Mart di Trento e Rovereto; Vasili Tsereteli – direttore del Moscow Museum of Modern Art; Maxa Zoller – curatrice della sezione film di Art Basel e direttore artistico di International Women’s Film Festival di Dortmund.

La giuria selezionerà le opere di 120 artisti finalisti provenienti dalle varie categorie presenti, esposte alla mostra dal 16 marzo al 7 aprile 2019 all’Arsenale Nord di Venezia. Succesivamente, tra le plurime opere esposte, la prestigiosa giuria individuerà sei vincitori assoluti che si aggiudicheranno i premi in denaro per un montepremi totale di 42mila euro.

Maggiori informazioni sul premio e sul bando di concorso sono disponibili sul sito www.premioartelaguna.it

GLI ULTERIORI PREMI DELLA 13^ EDIZIONE
Premi Artist in Residence

Si tratta di un programma di residenze d’arte per permettere un’esperienza artistica di crescita a contatto con un nuovo ambiente o una nuova cultura. Le residenze sono: GLO’ART in Belgio; Basu Foundation for the Arts a Calcutta; Espronceda a Barcellona; Farm Cultural Park a Favara in Sicilia; Maradiva Cultural Residency, a Mauritius. Coinvolgimento, inoltre, del Lanificio Paoletti a Treviso, Open Dream sempre a Treviso e Centrale Fies a Trento; Nuart Festival in Norvegia.

Premi Business for Art

Collaborazioni con aziende per connettere la creatività con il mondo produttivo. Quest’anno gli artisti utilizzeranno i tessuti pregiati di Tessitura Luigi Bevilacqua di Venezia per realizzare una nuova opera; vincere 2000 € presentando una proposta artistica per la valorizzare gli ambienti dell’azienda vinicola 47 Anno Domini; aggiudicarsi 2.000 € proponendo  proposte grafiche da applicare ai packaging dei prodotti dell’azienda dolciaria Fraccaro Spumadoro oppure vincere 2.000 € presentando a Maglificio Giordano’s opere d’arte legate al mondo della moda.

Premi Artist in Gallery

Realizzazione di 4 mostre in Gallerie d’Arte internazionali comprensive di allestimento, inaugurazione e catalogo. Gli spazi sono: Galerie Isabelle Lesmeister in Germania; Várfok Galéria di Budapest; Anise Gallery di Londra; Jonathan Ferrara Gallery a New Orleans Stati Uniti.

Partecipazioni a Festival e Mostre collettive

Selezione di 13 artisti per la partecipazione ad eventi in Slovenia presso il Festival Art Stays, a Pechino con eventi organizzati da Art Nova 100, a Venezia con la mostra TraVellArt e a Lucca con la partecipazione a Photolux Festival.

Premi Art Platforms and supporters

Collaborazioni con istituzioni che intendono promuovere l’arte sostenendo gli artisti: la piattaforma canadese Biafarin, la fondazione per la promozione dell’arte con i pastelli The Art Spirit Foundation in Connecticut, Stati Uniti.

Per maggiori informazioni contattare:

Tel: +39 041 5937242 oppure +39 347 7077251

E-mail:  info@artelagunaprize.com

Fonte: Premio Arte Laguna Prize 2018

cecil

IL PREMIO ARTE LAGUNA IN OCCASIONE DELLA VENICE GLASS WEEK PRESENTA L’INSTALLAZIONE DI VETRO DELL’ARTISTA OLANDESE CECIL KEMPERINK

Durante l’evento l’artista porterà gli spettatori a vivere la sua opera realizzata con i maestri vetrai. Un’installazione che si fa performance per immergersi completamente nella creazione in vetro di Murano.

Il Premio Arte Laguna presenta, venerdì 14 settembre alle ore 16.00 presso gli spazi di Fornace Mian, l’installazione di vetro dell’artista olandese Cecil Kemperink.

Fornace Mian aprirà i suoi spazi per mostrare al pubblico l’opera ideata dall’artista olandese e realizzata in fornace, assieme ai maestri vetrai di Murano. L’artista olandese ha avuto la possibilità di trascorrere un periodo di residenza a Venezia in quanto vincitrice di uno dei programmi di “Residenze d’artista” al 12° Premio Arte Laguna assegnato a marzo 2018.

Murano Glass Art Residency è un progetto dedicato alla valorizzazione del vetro di Murano concepito come format dal Premio Arte Laguna, concorso di arte contemporanea tra i più importanti e affermati nel panorama internazionale. Creato per premiare la creatività di un artista che ha il desiderio di sperimentare e lavorare il prezioso materiale conosciuto in tutto il mondo.

CECIL KEMPERINK:

L’artista nata in Olanda nel 1963, è una scultrice che lavora da sempre con diversi materiali, esplorandone la forma, il movimento, l’energia e il suono, spinta dalla voglia di conoscere a fondo la materia con cui lavora. “Prima di questa residenza non avevo esperienza nel lavoro con il vetro” – commenta Cecil – “sono molto fortunata di poter lavorare con i grandi esperti di questo materiale. Scopro molte differenze e anche somiglianze tra vetro e ceramica, il materiale con cui avevo realizzato le mie opere fino ad ora. Nell’installazione Hold me il cerchio è la forma predominante, il concetto è quello di amare, abbracciare, sentirsi al sicuro e io mi sento abbracciata e amata da Venezia, dalla fornace, dalla sua gente e dalla vita.”

La fornace dell’arte contemporanea con l’artista Cecil Kemperink

Venerdì 14 settembre 2018 ore 16.00

Fornace Mian

Fondamenta dei Vetrai 138 – 30141 Murano, Venezia

Per info: +39 347 279 0099 info@artelagunaprize.com

Evento gratuito

premio laguna

NUOVA EDIZIONE DEL PREMIO ARTE LAGUNA CON UNA NUOVA SEZIONE DEDICATA AL DESIGN ED UN PREMIO DI 7 MILA EURO PER OGNI VINCITORE

Il premio Arte Laguna apre la nuova edizione con una grande novità: una nuova sezione dedicata al Design! Una giuria internazionale di 13 esperti d’arte selezionerà le migliori opere e assegnerà 42mila euro in denaro ai 6 vincitori assoluti.

Il Premio è aperto a tutti gli Artisti e Designer, senza limiti di età, sesso, nazionalità o altra qualificazione. Ogni artista può partecipare anche a più sezioni presentando un portfolio di opere inedite o non inedite. Il tema è libero. Di seguito i dettagli di ogni sezione

Pittura

opere realizzate in piena libertà stilistica e tecnica (olio, tempera, acrilico, inchiostro, vinile, acquerello, grafite, matita, collage, stampa di vario tipo, etc.) e su qualsiasi supporto (tela, carta, legno, plastica, ferro, etc.). Le misure massime consentite sono di cm 175 per lato.

Scultura e Installazione

opere create in qualsiasi materiale organico o inorganico, possono anche avvalersi di suoni, luci, video e movimenti meccanici o elettrici. Le misure massime consentite sono: base 4 metri, profondità 4 metri, altezza 8 metri, non ci sono limiti di peso. Le opere che prevedono l’allestimento in spazi bui dovranno essere adattabili allo spazio espositivo a disposizione.

Arte fotografica

fotografie su supporto analogico o digitale, fotografie con elaborazioni digitali. Le misure massime consentite sono di cm 175 per lato.

Video Arte e Cortometraggi

video, film, slow motion, time-lapsee e opere realizzate con tutte le tecniche di animazione su qualsiasi supporto digitale e analogico, cortometraggi cinematografici, promozionali, di computer grafica. Durata massima 15 minuti. Per la candidatura il file video deve essere caricato on-line e non deve superare i 500 mb.

Performance

performance realizzate da uno o più artisti con qualsiasi tecnica e forma espressiva e con l’ausilio di qualsiasi materiale di supporto fornito dall’artista. Gli artisti finalisti si esibiranno la sera dell’inaugurazione presentando la performance in una versione che non superi i 10 minuti.

Arte Virtuale

opere interamente realizzate al computer o facendo uso di applicazioni e dispositivi digitali: video, installazioni, performance in cui l’utilizzo dei media digitali giochi un ruolo significativo in termini di processo creativo e di contenuto; net art, software, dispositivi interattivi, videogame, progetti di augmented reality, rapid prototyping ecc. Le opere che prevedono un’installazione dovranno essere adattabili allo spazio espositivo a disposizione.

Grafica Digitale

immagini e opere generate o manipolate attraverso l’utilizzo di computer, tablet, smarthphone, applicazioni, dove l’intervento tecnologico risulti predominante. Sono incluse opere di pittura digitale, gif e fotografie con prevalenti interventi di manipolazione. Le opere finaliste saranno allestite su monitor o stampate su supporti bidimensionali di dimensioni massime 175 cm per lato.

Arte Ambientale

opere o progetti di arte ambientale e paesaggistica dove l’intervento artistico interagisce con l’ambiente per il quale è stato pensato. Non vi sono limitazioni nella scelta del luogo di intervento. Le opere o i progetti presentati devono essere collegati alla natura e alle sue caratteristiche e più in generale allo spazio ambientale o al paesaggio in cui si inseriscono. Le opere finaliste saranno allestite su pannelli esplicativi.

Arte Urbana

opere o progetti di arte urbana, riqualificazione, street art, graffiti e stencil art dove l’intervento artistico è in relazione con il tessuto urbano e lo spazio pubblico in cui viene pensato e può prevedere l’uso di qualsiasi tecnica (bombolette spray, adesivi artistici, arte normografica, proiezioni video, installazioni ecc..). Non vi sono limitazioni nella scelta del luogo di intervento. Le opere finaliste saranno allestite su pannelli esplicativi.

Design – realizzata con il supporto di Antrax

arredo o complementi d’arredo che arricchiscono l’esperienza abitativa in cui la componente visiva è predominante. Sono compresi finiture e outdoor, non sono accettati elettrodomestici o componenti elettronici. I designer finalisti dovranno presentare un prototipo a grandezza reale o ridotto in scala affinché la dimensione massima del prototipo non superi i 100 cm per lato.

La selezione delle Opere candidate è effettuata da una giuria internazionale composta da 13 membri suddivisi nelle sezioni di concorso.

FONTE:Premio Arte Laguna

laguna

TOUR DELLE ISOLE DELLA LAGUNA SUD: PARTENZA DA VENEZIA E FUSINA!

Una bellissima giornata dedicata alla nostra laguna tra natura, paesaggio, storia e tradizioni.

Per la pausa pranzo ci sarà un picnic ai murazzi di Pellestrina: si potrà portare cibo e bevande in autonomia oppure prenotare bauletti di specialità veneziane che verranno recapitati la mattina all’approdo delle Zattere.

Sarà una giornata piena di scoperte e una splendida opportunità per godere di buona compagnia e del paesaggio lagunare, il tutto nel rispetto dell’ambiente!

PROGRAMMA DELLA GIORNATA:

Ore 8.30: imbarco alle Zattere
Ore 9:00: imbarco al terminal di Fusina (Canale petroli) e navigazione verso San Pietro in Volta
Ore 11.00 visita al Museo della pesca
Ore 12:00: imbarco e navigazione
Ore 12.30 sosta ai Murazzi per pranzo al sacco
Ore 13:30 imbarco e navigazione verso Poveglia
Ore 15:00 sosta a San Servolo per passeggiata libera o visita guidata al museo della follia
Ore 17:00 rientro e sbarco alle Zattere
Ore 17:30 rientro e sbarco a Fusina

BAULETTI A KM ZERO PER IL PRANZO!

Possibilità di prenotare bauletti per il pranzo a base di specialità fresche di pesce, di carne, vegane! Ecco i menù:

* Bauletto di pesce “Deep Blue” – 13,50 EURO a persona

Capasanta gratinata
Vapore di mare
Insalata di Farro con salmone fresco
Seppia ripiena

*Bauletto vegano “Vegan White” – 13,50 EURO a persona

Parmigiana di melanzane
Farro alla mediterranea
Zucchine menta e sesamo
Carote allo zenzero

*Bauletto carne e verdure “Funny Orange” – 12,00 EURO a persona

Cous cous di verdure
Insalata di verdure con mozzarelle e pollo al sesamo
Macedonia di frutta

Per INFO E PRENOTAZIONI: VivoVenetia

TARIFFE:

Adulti: 44 EURO a persona
Bambini 6 -16 anni: 30 EURO a persona.
Tariffa famiglia: 2 adulti + 2 bambini: 120 EURO.

Opzione Menù di pesce Deep Blue: 13,50 EURO a persona
Opzione Menù vegano Vegan White: 13,50 EURO a persona
Opzione Menù verdure e carne Funny Orange: 12,00 EURO a persona

Visita guidata a San Servolo: 12 EURO a persona (in fase di prenotazione è possibile segnalare il proprio interesse; la visita si attiva con 10 partecipanti e sarà possibile saldare la quota all’imbarco).

INFORMAZIONI PRATICHE:

Si consiglia di portare un telo da giardino per la pausa picnic, protezione solare, cappellino o altro.
Esperienza adatta a bambini a partire dai 6 anni.
Prenotabile fino al 20 Luglio 2018.

INCLUSO:

Tour in barca giornata intera.
Visita al museo della pesca di Pellestrina

Bauletto per il pranzo (opzionale)
Visita guidata al Museo della Follia di San Servolo (opzionale; minimo 10 iscritti)

ESCLUSO:

I bauletti non includono bevande.
Tutto quanto non esplicitamente incluso nelle opzioni.

INFO E PRENOTAZIONI:

Via mail a info@vivovenetia.com, al tel. 041 4830469.

scogliera

TORNA SABATO 30 GIUGNO ALLE ORE 21.30 L’ATTESO APPUNTAMENTO CON LA SCULTURA, IL SOLE ED IL MARE A CAORLE.

Il Premio internazionale di scultura all’aperto vede come protagonisti interventi diretti degli scultori sulla scogliera fronte mare della città di Caorle, borgo storico a soli pochi chilometri da Venezia.

Le sculture valorizzano il percorso pedonale lungo il mare, che diviene così unico nel suo genere, regalando una singolare e incantevole “passeggiata d’arte”.

L’evento conclusivo del Progetto ScoglieraViva si terrà sabato 30 giugno presso la Scogliera della Madonna dell’Angelo alle ore 21.30.

Si potranno conoscere gli artisti e i giurati e scoprire le tre nuove opere scolpite direttamente sui massi della scogliera, queste si aggiungono alle altre 100 sculture già create in passato.

La serata è presentata da Paolo Zippo di Radio Company e animata dalla musica di Funkyup.

Gli artisti Markus Wüste, Federico E. Peruzzotti e Sangam Vankhade hanno lavorato per 10 giorni (dal 21 al 30 giugno 2018), sotto gli occhi di cittadini, turisti e visitatori, per trasformare il masso della scogliera frangiflutti prescelto in una vera e propria opera d’arte!

La scogliera di Caorle è una delle più belle passeggiate sull’Alto Adriatico. L’immagine del centro storico di Caorle da un lato, ed il mare dall’altro, rappresentano una veduta tra le più suggestive, arricchita, al termine della diga, dall’antica ed affascinante chiesa della Madonna dell’Angelo.

Grazie a questa apprezzata manifestazione, l’artista regala la vita ad un masso, sprigionandone le forme che ci rimandano al mondo animale, all’uomo, all’amore, alla metafisica, attribuendo così nuovi significati ad una scogliera che oggi è fra le più famose e conosciute d’Italia.

PREMI: Il concorso giunto alla XIX edizione mira ad arricchire il patrimonio di Caorle trasformando la scogliera in una vera e propria galleria d’arte contemporanea a cielo aperto, i cui mutamenti saranno dati dal tempo e dagli agenti naturali. Il concorso prevede l’assegnazione di 3 premi in denaro di 2000 € netti ciascuno, per ognuno dei 3 artisti vincitori selezionati dalla giuria di premiazione.

Per maggiori informazioni: ScoglieraViva

park

“IMPOSSIBILE PARCHEGGIARE IN PIAZZALE ROMA PER LE PERSONE DISABILI” : QUESTA LA DENUNCIA DI UN 60ENNE COSTRETTO IN SEDIA A ROTELLE.

Un sessantenne di Spinea costretto in sedia a rotelle, ha provato per ben cinque volte consecutive a prenotare il parcheggio nell’autorimessa comunale di piazzale Roma e tutte e cinque le volte gli è stato ripetuto che i quattro posti per disabili prenotabili 24 ore prima erano già tutti riservati.

Maurizio Biasutto , questo il nome del 60enne, ha voluto cosi’ verificare di persona, dopo il quinto tentativo, ma andando in piazzale Roma ha scoperto che i posti in questione erano al momento vuoti e quindi disponibili. Inoltre ha potuto constatare che anche gli altri dieci parcheggi riservati ai disabili, ma non prenotabili, erano vacanti. Secondo quanto riferito dallo stesso Biasutto all’ufficio legale dell’Adico al quale si è rivolto per chiedere assistenza, quelle soste sono state riservate a non meglio specificate associazioni. Alla fine l’uomo ha dovuto arrendersi e trovare un parcheggio esterno, che ha dovuto pagare. Ma prima ha chiesto l’intervento della Polizia locale la quale ha verificato che in effetti quel giorno gran parte delle soste per disabili nell’autorimessa comunale erano comunque libere.

Le persone costrette in carrozzina che arrivano in macchina in piazzale Roma non hanno alcun diritto dettato dalla loro condizione svantaggiata.

In pratica nell’autorimessa comunale di piazzale Roma i posti riservati ai disabili dovrebbero essere quattordici. Quattro possono essere prenotati (almeno 24 ore prima), sperando di trovarli liberi. Mentre gli altri dieci non prenotabili sembrano essere stati assegnati ad alcune associazioni le quali possono disporre del posto in qualsiasi momento senza neanche l’ausilio di prenotazione e come è successo al signor Biasutto sembra che non siano sempre occupati. Ora l’Associazione Difesa Consumatori Adico chiede spiegazioni all’amministrazione comunale, perché ritiene vergognosa una situazione di questo genere. In questo caso il problema inoltre è stato denunciato da una persona disabile che vive nel nostro territorio, che è una cosa grave ma supponiamo che al suo posto ci fosse un turista straniero che figura ci fa Venezia se pone anche queste limitazioni che rappresentano delle metaforiche barriere architettoniche?

Fonte: ADICO

bike

BICI LASCIATE IN PIAZZALE ROMA: SCATTA PER DUE MINORENNI LA SALATA SANZIONE

Per i due giovani rei di aver legato le proprie bici in Piazzale Roma, la Polizia Municipale ha decretato 100 euro di sanzione e la confisca dei mezzi.

Carlo Garofolini presidente dell’Adico ha contestato a Marco Agostini Comandante Generale Polizia Locale del comune di Venezia la sua dichiarazione ad un giornale locale nel quale assicurava che la multa inflitta ai due ragazzi era di 50 euro a testa e non 100 .

Purtroppo i fatti differiscono da questa affermazione i genitori dei due ragazzi infatti hanno pagato 100 euro a testa per avere indietro i due mezzi sequestrati. Il presidente dell’Adico, critica anche la severità utilizzata dai vigili nei confronti di due studenti mestrini rei di aver legato le proprie biciclette in piazzale Roma vicino al bar Autorimessa. La mamma di uno dei due ragazzi si è rivolta all’Adico per contestare varie cose: l’ esagerazione della sanzione di 100 euro, il sequestro della bici, il fatto che il verbale sia stato emesso nei confronti di ragazzi minorenni e l’assenza di cartellonistica che indichi quel divieto.

Il fatto:

La disavventura, si è consumata lunedì 14 maggio. I due studenti sono partiti da Mestre in bici con lo scopo di raggiungere un negozio vicino alla stazione di Santa Lucia. Una volta arrivati in piazzale Roma, hanno legato le biciclette a una ringhiera, inconsapevoli del divieto non segnalato fra l’altro da alcun cartello in zona. A questo punto, si sono recati al negozio e dopo venti minuti sono tornati indietro e si sono scontrati con una pessima sorpresa: le due bici non c’erano più. I due ragazzi, convinti di aver subito un furto, si sono rivolti ai vigili presenti in piazzale Roma e qui sono stati messi al corrente della situazione.

La sanzione:

Per i due giovani la Polizia Municipale ha decretato 100 euro di importo e la confisca dei mezzi. Adico e la sua assistenza legale interna valuterà il da farsi, considerando pure che nelle vicinanza della ringhiera alla quale sono state legate le bici non risulta la presenza di una cartello che metta in luce questo divieto.

Il presidente dell’ Adico Carlo Garofini è fermamente convinto che ci sia una sproporzione fra la violazione commessa e la sanzione, dopotutto conclude Garofini :

“Non crediamo che i problemi di Venezia siano le bici legate alle ringhiere”.

Fonte:  ADICO

Luca Zaia, Tatiana Pais Becher e Massimo Panighel

VENEZIA PRESENTA L’UCI MTB MARATHON WORLD CHAMPIONSHIP 2018 DI AURONZO DI CADORE (BL)

Martedì 15 maggio 2018 è stato presentato a Venezia l’UCI MTB Marathon World Championship 2018, competizione ciclistica che si terrà il 15 settembre a Auronzo di Cadore (BL).

Il 15 settembre 2018 si svolgerà ad Auronzo di Cadore, in provincia di Belluno, la competizione ciclistica UCI MTB Marathon World Championship 2018 con atleti Elite convocati dalle rispettive nazionali. Il giorno successivo, invece, nello stesso splendido scenario dolomitico, sarà il turno della 3Epic MTB Marathon dedicata agli amatori. La competizione è stata presentata martedì 15 maggio a Venezia, nella sede della Giunta Veneta, partner istituzionale dell’evento. Il percorso del campionato mondiale prevede 113 km per la gara maschile, con 4.500 metri di dislivello, e 98 km per la gara femminile con 3.600 metri di dislivello. Entrambe le gare si svolgeranno tra gli scorci di grande bellezza delle Tre Cime di Lavaredo, riconosciute dall’UNESCO Patrimonio Naturale dell’Umanità, ed il lago di Misurina. A presentare la manifestazione sono intervenuti il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia, il Sindaco di auronzo di Cadore Tatiana Pais Becher e il Presidente dell’Associazione Pedali di Marca ed organizzatore dell’evento sportivo Massimo Panighel.

Luca Zaia, Presidente della Regione Veneto, ha dichiarato: “La competizione si svolgerà ad Auronzo, nel cuore delle Dolomiti patrimonio dell’UNESCO. È un altro grande evento di caratura internazionale che va ad aggiungersi a quelli in programma nella montagna veneta: la tappa n°15 “Tolmezzo-Sappada” del 101° Giro d’Italia che si sta correndo, i mondiali 2021 di sci a Cortina, la candidatura della stessa Cortina per le Olimpiadi invernali 2026. È in qualche modo anche una risposta indiretta a quanti lamentano che la montagna è dimenticata. Ha invece un grande spazio nel nostro cuore e tutta la nostra attenzione”.

Il Sindaco del comune bellunese Tatiana Pais Becher, ha posto l’accento sulla grande possibilità che il Mondiale del 2021 offrirà per promuovere il territorio e sviluppare un turismo sostenibile, ricordando la realizzazione di percorsi ciclabili. Il presidente di Pedali di Marca Massimo Panighel, ha invece evidenziato la bellezza della montagna e la capacità di realizzare eventi importanti come questo, attraverso i quali far conoscere le grandi strutture ciclabili a disposizione di un’attività come il cicloturismo, che è priorità a livello europeo. Durante la conferenza è stato proiettato il video ufficiale dell’UCI MTB Marathon World Championships 2018: un viaggio emozionale dal Palazzo Ducale di Venezia alle Tre Cime fino ad Auronzo di Cadore. Al Presidente della Regione è stata poi donata la mascotte del mondiale Aurosauro, acronimo di Auronzo e Dinosauro, in ricordo delle tracce di dinosauro trovate ai piedi delle Tre Cime di Lavaredo.

Fonte: 3Epic