Archivi tag: Venezia

ADICO CONTRO LA TASSA DI INGRESSO A VENEZIA

“No alla privatizzazione della città”: parla Adico.

La legge di bilancio per il 2019 prevede, tra le altre cose, la possibilità che il Comune di Venezia introduca il cosiddetto “contributo di sbarco”. Si tratta di una tassa che già esisteva per le isole minori. Essa serve per far pagare a tutti i turisti, anche a chi non pernotta, un contributo ai comuni che visitano.

Carlo Garofolini, presidente dell’Adico, boccia categoricamente la proposta di introdurre la tassa di ingresso a Venezia predisposta dalla giunta Brugnaro. Si mostra invece d’accordo con il ministro Centinaio che definisce questa tassa “inutile e dannosa”.

Secondo Garofolini questa tassa non servirebbe per gestire i flussi, ma diventerebbe solamente un modo per fare cassa.

Il rischio maggiore verso cui si può andare incontro è quindi quello di allontanare i turisti, che sono la principale risorsa della città.

Secondo il presidente dell’associazione dei consumatori, per gestire i flussi, la cosa migliore sarebbe evitare l’ingresso delle grandi navi e lo sbarco dei loro passeggeri, piuttosto che obbligare i turisti a pagare una tassa per poter letteralmente mettere piede in città.

Garofolini sostiene che decisioni di questo peso dovrebbero essere adottate solamente dopo essere state ampiamente dibattute con i rappresentanti delle categorie e dei cittadini.

In conclusione, Adico afferma che vigilerà con grande attenzione per comprendere se davvero gli introiti accumulati con questa tassa d’accesso serviranno per abbassare le tasse ai cittadini veneziani. L’augurio, a questo punto, è quello che Venezia non diventi un museo a cielo aperto dove può entrare solo chi paga.

Fonte: Adico

VENEZIA E’ IL 4 CAPOLUOGO PIU’ INQUINATO: PARLA LEGAMBIENTE

Per Legambiente Venezia è  uno dei capoluoghi più inquinati.

Le città sono sempre più soffocate dallo smog. Questa volta il comune di Venezia è tra i peggiori in assoluto.

“Mal’aria” 2019, il dossier annuale di Legambiente sull’ inquinamento atmosferico, ha fatto una classifica dei comuni italiani più inquinati.

Rispetto ai risultati emersi, il nostro paese risulta sempre più contaminato. Riguardo le polveri sottili,  26  città hanno oltrepassato il limite quotidiano fissato per legge. Per quanto riguarda l’ozono, invece, 53 capoluoghi di provincia hanno superato il limite di 25 giorni con una media sulle otto ore superiore a 120 microgrammi per metro cubo.

Per Legambiente, il problema principale è la mobilità. La mobilità sostenibile è già praticata da alcune città. Per fare uscire l’Italia dall’ emergenza cronica dello smog occorre realizzare un piano nazionale con misure strutturali ed economiche di ampio respiro e redigere i Pums (piani urbani di mobilità).

E’ indispensabile,inoltre, ridurre il tasso di motorizzazione riportandolo ai livelli delle altre nazioni europee. In relazione a questo,gli incentivi sulle emissioni devono prevedere criteri sociali.

Infine, è fondamentale potenziare il trasporto pubblico locale, urbano e pendolare e prevedere reti ciclabili che attraversino nelle diverse direttrici le grandi città. La chiave per un netto miglioramento è ripensare il proprio stile di vita in un’ottica più ecofriendly.

FONTE

VENEZIA E’ IL 4 CAPOLUOGO PIU’ INQUINATO: PARLA LEGAMBIENTE

Per Legambiente Venezia è  uno dei capoluoghi più inquinati.

Le città sono sempre più soffocate dallo smog. Questa volta il comune di Venezia è tra i peggiori in assoluto.

“Mal’aria” 2019, il dossier annuale di Legambiente sull’ inquinamento atmosferico, ha fatto una classifica dei comuni italiani più inquinati.

Rispetto ai risultati emersi, il nostro paese risulta sempre più contaminato. Riguardo le polveri sottili,  26  città hanno oltrepassato il limite quotidiano fissato per legge. Per quanto riguarda l’ozono, invece, 53 capoluoghi di provincia hanno superato il limite di 25 giorni con una media sulle otto ore superiore a 120 microgrammi per metro cubo.

Per Legambiente, il problema principale è la mobilità. La mobilità sostenibile è già praticata da alcune città. Per fare uscire l’Italia dall’ emergenza cronica dello smog occorre realizzare un piano nazionale con misure strutturali ed economiche di ampio respiro e redigere i Pums (piani urbani di mobilità).

E’ indispensabile,inoltre, ridurre il tasso di motorizzazione riportandolo ai livelli delle altre nazioni europee. In relazione a questo,gli incentivi sulle emissioni devono prevedere criteri sociali.

Infine, è fondamentale potenziare il trasporto pubblico locale, urbano e pendolare e prevedere reti ciclabili che attraversino nelle diverse direttrici le grandi città. La chiave per un netto miglioramento è ripensare il proprio stile di vita in un’ottica più ecofriendly.

FONTE

MOSTRA “4444 ACQUA E FUOCO”

Mostra “4444 Acqua e fuoco”, in contemporanea a Palazzo Ferro Fini e al Museo Ca’ Rezzonico.

Il Consiglio Regionale del Veneto e la Fondazione Musei Civici di Venezia ospiteranno, per la prima in contemporanea, la mostra “4444 Acqua e Fuoco” degli artisti Toni Venzo e Marco Martalar.

L’esposizione sarà visitabile a Palazzo Ferro Fini dal 22 gennaio 2019 e al Museo Ca’ Rezzonico dal 25 gennaio 2019.

Si tratta di un viaggio tra scultura, arte contemporanea, storia, antica ed attuale. Il tutto per raccontare ciò che lega gli artisti alle proprie radici e alla propria terra: l’Altopiano dei Sette Comuni e la Valle del Brenta.

Il percorso racconterà la storia dell’albero che dalle foreste dell’Altopiano, scendeva dalla Calà del Sasso e, attraverso lo scorrere del fiume Brenta, raggiungeva la laguna e la Città di Venezia.

L’intento degli autori di questo progetto è quello mostrare come la Natura, in particolare i nostri boschi e le nostre montagne, siano in grado di produrre cultura e dalla cultura trovare la forza di rinascere.

“4444” è il numero degli scalini della Calà del Sasso, la gradinata naturale più lunga d’Italia, che unisce da tempi i due territori. All’interno del progetto essa è concepita come una connessione simbolica.

“Acqua e Fuoco”, invece, sono gli elementi che vengono messi in contrapposizione attraverso un’interpretazione del tutto originale e personale della materia.

Forme astratte ed essenziali, in un gioco di volumi e lavorazione della materia lignea, abiteranno le sale antiche del Museo Ca’ Rezzonico e di Palazzo Ferro Fini, creando un dialogo tra arte antica e contemporanea, tra passato e presente.

Questa mostra, infatti, nata nell’Altipiano dei Sette Comuni, passata per Bassano, per poi raggiungere Venezia, ci parla anche della nostra storia, di antichi mestieri, di una identità, in omaggio alla montagna veneta, ai suoi boschi e alla sua gente.

 

Per Info&Orari

  • PALAZZO FERRO FINI

S. Marco 2322 (Laterale Calle larga 22 marzo)
Dal 22 gennaio al 1° aprile 2019
Orario 10.00 – 17.00
Chiuso sabato e domenica
Entrata libera

Per maggiori informazioni visita: Consiglio Regionale del Veneto

 

  • MUSEO CA’ REZZONICO

Dorsoduro 3136
Dal 25 gennaio al 1° aprile 2019
Orario 10.00 – 16.00
Chiuso il martedì

Per maggiori informazioni visita: Fondazione Musei Civici di Venezia

 

MOSTRA FLUOEMOTION DI MARCO SCALI

Dal 12 gennaio all’ 11 febbraio si terrà la mostra “Fluoemotion” a Venezia.

La celebrazione FLUOEMOTION avrà luogo presso l’Hotel Ca’ Sagredo di Venezia. Essa è costituita dalle opere di Marco Scali.

I prodotti di Scali sono caratterizzati dal tema dell’innovativa arte fluorescente. L’autore mira in ogni sua opera ad una risposta emotiva immediata che trova nei colori acrilici che danno impatto e violenza ottica.

La tecnica è la medesima per tutti i quadri: i soggetti sono rappresentati attraverso forme morbide, ma dai bordi netti e spessi, riempiti da pigmenti fluorescenti dalla grande forza cromatica.

L’evento si svolgerà,appunto, al Ca’ Sagredo di Venezia. L’Hotel parte come uno splendido palazzo risalente al XIV secolo. Ora è una struttura prestigiosa che ospita mostre di rilievo ed eventi importanti.

Il palazzo è stato scelto da Marco Scali per esporre la sua arte, che spazia in numerose forme, dalla pittura alla scultura, dal concept design al maquillage.

Si tratta di una forma d’arte, quindi, basata sui toni accesi, urlati, mai pacati e dimessi. L’autore, dopo un percorso pluriennale nel campo dell’arte, racconta di aver trovato il suo peculiare linguaggio creativo attraverso una costante ricerca stilistica ed estetica.

Infine, la frase che costituisce l’immagine dell’autore trova radici solo nella sensibilità, passione, e impegno. Sono parole che lo contraddistinguono e che gli fanno conquistare una matrice figurativa personale in perfetta rispondenza con la sua idea pittorica.

Informazioni utili:

La mostra Fluoemotion presso l’Hotel ‘Ca Sagredo di Venezia sarà visitabile, ad ingresso gratuito, a partire dal 12 gennaio 2019.

Orari per le visite:

  • Ingresso per la visione con luce bianca naturale: dalle ore 11,00 alle ore 19,00
  • Ingresso per la visione con luce ultravioletta: dalle ore 19,00 alle ore 21,30.

Fonte

Approfondimenti

BAROCCO E OPERA:I MUSICI VENEZIANI 2019

I Musicisti Veneziani si esibiranno nel concerto “Barocco & Opera”

Venezia si fonde con il barocco. I suoi Musici interpreteranno i più bei momenti della tradizione di questo arco temporale e canteranno la lirica di Verdi e Puccini.

Nel dettaglio, l’evento sarà celebrato nell’Orchestra “I Musici Veneziani”  composta dai più grandi diplomati nei conservatori di Venezia. Questi si esibiscono accompagnati da celebri cantanti d’opera e solisti di fama internazionale.

La rappresentazione barocca fa riferimento alla Scuola Grande di San Teodoro, dedicata al primo patrono di Venezia. Il progetto della scuola venne ampliato di volta in volta. Il primo scopo dell’istituzione era legato a motivazioni sociali, di beneficenza. Poi cambiò vari usi e destinazioni fino a diventare un museo commerciale e un cinema.

Infine, in questa struttura, l’Orchestra de I Musici Veneziani iniziò a tenere i propri concerti al suo interno. Essa divenne la più prestigiosa Sala da Concerto di Venezia.

Fonte

PROGETTO OPUS MAGNUM: DONNE CORAGGIOSE

L’Associazione Manuel Carrión di Venezia ha inaugurato il progetto opus magnum “donne coraggiose”

Il 16 dicembre 2018, alla Galleria Il Redentore di Venezia avrà luogo il progetto “donne coraggiose” organizzato dall’associazione culturale Manuel Carriòn .

Questo evento ha visto il coinvolgimento di un numeroso pubblico proveniente da tutto il Triveneto. Infatti,fra i presenti, vi erano oltre 600 artisti provenienti da tutto il mondo. Essi hanno dato vita a questo innovativo progetto artistico. L’obiettivo è quello di sensibilizzare tutti il tema della donna nella società attraverso un mosaico collettivo. Si tratta di “spiare nella storia dell’umanità” il ruolo di ogni donna.

L’avvio del progetto,inoltre,prevede la scoperta di due Mostre che si terranno a Padova il 27 gennaio e l’8 marzo 2019 coinvolgendo gli interessati a rappresentare artisticamente il coraggio delle donne nel passato, presente e futuro. Attività che vogliono testimoniare quello che esse hanno saputo donare all’Umanità.

OPUS MAGNUM è il mosaico dell’Umanità che dovrà raggiungere le 65.536 persone con lo scopo di mandare un messaggio al mondo che trasmetta i valori di eguaglianza, comunità, integrazione, umanità, pace. L’intento finale è quello di portare tale Mostra alla Biennale di Venezia 2021.

Informazioni utili

Chi volesse partecipare è invitato a farlo per tutto il 2019-20-21 mandando una tavoletta 10x10cm ispirata al tema “Donne Coraggiose” alla Galleria Il Redentore.

Fonte

COSA FARE A VENEZIA PER NATALE

Per trascorrere al meglio le festività recati a Venezia.

Nel periodo natalizio di dicembre Venezia ospita nella sua città varie opportunità per accontentare grandi e piccini.

Venezia ti potrà catturare con magnifiche manifestazioni e iniziative. L’unica difficoltà è scegliere.

Una passeggiata tra le vie di Venezia

vi è la possibilità di passeggiare per Piazza San Marco e Rialto quando le luminarie si accendono. Ogni cosa diventa una meraviglia. Poi c’è la possibilità di attuare una sosta nei caratteristici bar e chiedere un bicchiere di vin brulè caldo. La tipica bevanda veneta a base di vino,arancia,limone e spezie. Successivamente si potrà anche sentire il profumo delle castagne arrostite. Un prodotto tipico dell’inverno dei venditori di frutta e verdura.

Shopping tra i mercatini natalizi

C’è l’occasione di fare dello shopping natalizio nella vicina Marghera. Piazza Municipio e Piazza Rossarol ospitano i mercatini di artigianato e prodotti tipici.Inoltre, per i più piccoli,saranno aperte anche le giostre. Jesolo,a pochi chilometri da Venezia,dal 1°dicembre diventerà un vero villaggio di Natale. Nelle casette di legno che saranno distribuite per tutto il centro della città aspetterà tutti  i golosi un mercatino dedicato agli amanti del cioccolato

La magia del balletto

Al Teatro Goldoni di Venezia si terrà lo spettacolo”il lago dei cigni”un balletto classico. Le vicende della storia saranno danzate da un corpo di ballo speciale: il Moscow State Classical Ballet.

I Concerti

La Big Vocal Orchestra, il coro più grande d’Italia,salirà sul palco del Teatro Goldoni di Venezia nelle giornate del 22 e del 23 dicembre. Entusiasmeranno sia chi ama la musica classica e chi è semplicemente curioso di fare un tuffo nella Venezia di Antonio Vivaldi.

Pattinare sul ghiaccio

Al centro di Campo di San Polo sarà presente una pista di pattinaggio. Con indosso i pattini ognuno proverà l’ebbrezza di sfilare sul ghiaccio. Dopo una lunga  pattinata ci si potrà concedere una pausa con un po di cioccolata calda. La pista da pattinaggio rimarrà aperta dall’8 dicembre al 9 marzo dalla mattina alla sera.

 Fonte

NATALE IN VILLA WIDMANN

Villa Widmann è già immersa nelle feste natalizie.

La San Servolo Servizi,società di Venezia,organizza per la prima volta nella nobile dimora Villa Widmann, un ampio programma di iniziative dedicate a grandi e piccoli.

L’atmosfera natalizia è lo spirito del Natale. Per questo Villa Widmann è una delle occasioni perfette per vivere nel modo migliore la magia più intensa e vera di tutto l’anno. Nel periodo natalizio tutto diventa luminoso,la festa e gli addobbi sovrastano la città e i cori natalizi portano allegria e speranza.

Villa Widmann,quest’anno,sarà allora partecipe. In questo magnifico periodo coinvolgerà tutti quanti all’interno del suo parco. Nel dettaglio, il giardino della Villa sarà trasformato.

Vi saranno numerose attività per i più piccoli: Babbo Natale aspetterà i bambini nella sua casa nel bosco. Ad allietare i più grandi sarà inoltre inaugurato un mercatino con più di 40 stand che offriranno i prodotti artigianali e idee regalo.

Infine sarà allestita una vera pista di pattinaggio per far divertire ogni famiglia e tutti i gruppi di amici.

Fonte

OPEN DREAM ART RESIDENCY

Il premio Arte Laguna sta collaborando con Open Dream con l’obiettivo di creare una nuova residenza d’arte

Open Dream sta attuando un nuovo progetto assieme a premio arte laguna di Venezia. Si tratta di creare una nuova residenza d’arte che verrà assegnata ad uno degli artisti della 13^ edizione del concorso.

Per partecipare alle selezioni è necessario iscriversi al Premio Arte Laguna e successivamente inviare il proprio progetto di residenza. Esso sarà da realizzare durante un periodo da uno a tre mesi presso gli spazi dell’ex Fabbrica Pagnossin a Treviso, luogo storico della produzione ceramica.

IL PROGETTO

Il progetto da creare deve essere una proposta per il riutilizzo e la valorizzazione delle ceramiche lasciate nelle ex sedi della fabbrica Pagnossin(TV). Nello specifico,gli artisti devono preparare uno schizzo del progetto e un testo esplicativo con i materiali, le dimensioni, i tempi indicativi di realizzazione e il significato del lavoro. Per la costruzione non vi sono limiti di dimensioni.

COME PARTECIPARE?

  1. fare domanda per il Premio Arte Laguna;
  2. controllare la casella di posta elettronica. Si riceveranno delle istruzioni per iscriversi all’Open Dream Art Residency;
  3. Compilare il modulo di iscrizione dedicato;
  4. Attendere il risultato delle selezioni.

– 7 alla chiusura iscrizioni

Fonte