Archivi tag: iniziativa

NUOVA CORTINA DA BRIVIDO

Progetti alle porte per una nuova Cortina D’Ampezzo: la città veneta sarà amata da tutti

Il paese bellunese verrà stravolto da due opere principali: le innovative piste sciistiche e gli eventi che si terranno in questo luogo innevato. Possiamo confermare che una nuova Cortina è pronta al cambiamento.

Concrete opportunità all’orizzonte

A partire da quest’anno i campioni potranno mettersi alla prova con l’apertura di un comprensorio che ha 120 km di piste. La nuova Cortina può diventare avventura da vivere tra magici paesaggi. I milioni di turisti,invece, potranno godere dei Giochi Olimpici che si svolgeranno nel 2026 oppure sfruttare dell’esperienza del Circo Bianco o dei Mondiali di sci alpino del 2021.

Prima di tutto, ad ospitare gli sciatori, vi saranno piste più larghe e ben fatte. Un esempio sono le piste del Col Drusciè, realizzate in occasione dei Mondiali del 2021. Esse comprenderanno attività per squadre (Col Druscè A) e  allenamenti per i campioni (Col Drusciè B). E’ stato modificato anche il sistema di innevamento che produrrà minori consumi e maggiori prestazioni.

In secondo luogo, in riferimento ai progetti mondiali, viene rimodernata la Olympia delle Tofane. Essa è una delle più antiche piste della Coppa del Mondo al femminile. Il suo scopo è garantire sicurezza per lo svolgimento della nuova gara. Un ulteriore progetto è la Vertigine, una pista dedicata agli uomini dei Mondiali. Questo tipo di pista sarà aperta al pubblico durante questa stagione ed è una struttura chiamata così per le sue forme spaventose: una sfida fino all’ultimo respiro. Infine anche la finish area della Coppa del Mondo è stata ridisegnata e sarà disponibile dal prossimo gennaio.

Poi ancora per l’inverno imminente è stato costruito il complesso delle piste del Faloria. Si tratta di una pista nera e il suo nome è Scoiattolo . Il motivo della scelta è il legame con il simbolo di Cortina per l’agilità e la velocità di questa specie. Queste sono anche particolarità che ogni professionista deve avere.

La nuova Cortina d’Ampezzo si è cimentata anche in un’interessante iniziativa che è la comparsa di una prima cabinovia. Questo tipo di attrezzatura sarà agibile per l’inverno 2019/2020. Verrà chiamata la nuova Freccia nel Cielo. E’ una costruzione che consentirà un accesso ampio sopratutto per gare di slalom mondiale. Questa avrà peculiarità nuove e diverse che consentiranno nuovi percorsi ed esperienze.

Le attività fuori pista

Per allargare la nuova idea sciistica della città della nuova Cortina ci sono attività che coinvolgono anche chi preferisce la neve agli sci. Accoglieranno ogni turista le attenzioni del Wine Bar al Drusciè ed il suo ristorante oppure lo Chalet Tofana gestito da rinomati chef che faranno assaporare i loro piatti a ognuno.

Si può dire che la chiave per il successo per la nuova Cortina,allora,è fare squadra. Marco Zardini, presidente del Consorzio Esercenti Impianti a Fune, è totalmente d’accordo e crede che portando avanti questo ideale si arriverà molto in alto avendo un futuro radioso.

Per ulteriori approfondimenti:  impianti risalita     progetto nuova cabinovia   cortina2021

Fonte: omniarelations.com

 

IL VENETO LEGGE: OLTRE 800 EVENTI NELLA REGIONE PER PROMUOVERE LA LETTURA VENERDÌ 28 SETTEMBRE

L’obiettivo dell’iniziativa Il Veneto legge è di educare alla lettura e promuovere un rapporto armonioso con i libri.

Giunta alla seconda edizione Il Veneto legge è promossa dall’Assessorato alla cultura della Regione del Veneto in collaborazione con la sezione regionale dell’Associazione Italiana Biblioteche, l’Ufficio Scolastico Regionale, l’Associazione Librai Italiani, il Sindacato Italiano Librai Cartolibrai e l’Istituto Regionale Ville Venete.

Famiglia e scuola sono tra i fondamentali fulcri dell’educazione alla lettura fin dalla primissima infanzia. Al fianco di questi agenti, un ruolo chiave è rappresentato dalle Biblioteche di pubblica lettura che cercano di raggiungere gran parte delle fasce di età.

Vicino alle iniziative continuative degli enti sopracitati è importante promuovere anche alcuni eventi che possano raggiungere un pubblico più ampio. Un dato a sostegno della tesi sta nel fatto che in Italia quattro su dieci leggono almeno un libro all’anno. Sono necessarie manifestazioni che possano unire la visibilità a livello sociale e mediatico, ma che diano continuità alla promozione della lettura già esistente, consolidando le abitudini di lettura dei cittadini. In Italia esiste una piccola tradizione di maratone letterarie in cui nell’arco di una giornata si legge un libro collettivamente, spesso coinvolgendo insieme attori e lettori improvvisati.

Il Veneto legge vuole partire da queste esperienze per cercare una soluzione che dia continuità all’azione simbolica della maratona del 28 settembre.

La proposta di quest’edizione è incentrata sul tema Leggere il paesaggio,facendo particolare riferimento agli autori veneti o di ambientazione veneta. Il legame con il territorio aiuta a sentirsi ancora più coinvolti in un’avventura collettiva.

Flash mob, reading al megafono, biblionight, letture animate, multimediali, itineranti e non – stop: si leggerà ovunque, in biblioteca, a scuola (dai nidi alle superiori), al museo ma anche nelle ville, nelle piazze, nelle pediatrie, nei centri per anziani.

Si tratta di un’esperienza di lettura “sociale”, nonché un coinvolgimento della collettività, attraverso l’esperienza reale di centinaia di persone coinvolte nella preparazione e realizzazione dell’evento. Un evento che ha come scopo soprattutto l’avvicinamento di più persone possibile ad un libro e alla lettura.

Per maggiori informazioni

Visitare il sito ufficiale:  http://ilvenetolegge.it/la-maratona/

Fonte e foto: Il Veneto Legge