Archivi tag: fotografia

LAGAZUOI EXPO DOLOMITI: L’EREDITA’ VISIONARIA DI STEFANO ZARDINI

A Cortina sarà allestita una mostra estiva dedicata all’artista recentemente scomparso Stefano Zardini.

Una mostra estiva e un concorso internazionale di fotografia celebreranno la vita e il lavoro di Stefano Zardini, noto fotografo di Cortina appena scomparso. L’annuncio durante il vernissage della mostra Snow Art Dolomiti Romantiche, a quota 2.778 metri, nel cuore delle Dolomiti.

“Ho voluto trasformare il consueto in uno spazio nuovo, inedito, allargare lo sguardo verso orizzonti irreali”. E’ ciò che scriveva il noto fotografo ampezzano Stefano Zardini presentando i suoi scatti dedicati alle montagne di casa.

A due settimane dalla sua scomparsa, Stefano Illing, ideatore del laboratorio e spazio espositivo Lagazuoi Expo Dolomiti, rende omaggio a “un grande artista e un amico”.

Sarà allestita infatti una mostra con le sue foto, pronta per l’estate del 2019. Oltre ad essa si terrà un concorso internazionale, “Dolomites Photographer of the Year”, che prende le mosse dalle riflessioni e dai progetti dello stesso Zardini.

Ultimo saluto ad un grande artista

In molti hanno voluto salutare Stefano Zardini salendo a quota 2.778 metri per ammirare l’esposizione temporanea, visitabile fino al 7 aprile 2019. I suoi lavori e quelli di Gustav Willeit e Pierluigi Orler, sono riuniti in una mostra che pone la tecnologia al servizio dell’originalità dello sguardo.

Il vernissage è stato l’occasione per evocare ricordi e annodarli tra loro grazie all’arte della fotografia. Ed è intorno alla passione per l’immagine e per la poesia insita nella natura, che si dipana un filo che lega insieme tanti momenti vissuti con l’artista scomparso.

E’ ciò che hanno raccontato amici e colleghi: dall’assessore del Comune di Cortina d’Ampezzo Paola Coletti al Presidente Regole d’Ampezzo Flavio Lancedelli, dal Presidente del Dolomiti Superski Sandro Lazzari al Presidente GIS Giornalisti sciatori Francesco Marino.

All’inaugurazione ufficiale della mostra erano presenti anche il collega Gustav Willeit e la moglie Valentina Zardini, che ha invitato Francesco Chiamulera a leggere “La negazione della disciplina della Ragione”, il testo introduttivo scritto dallo stesso Stefano Zardini.

Il brano, che racchiude il pensiero visionario dell’artista, si conclude così: “Il ritorno al consueto sarà difficile. Ma tornerò ad annusare l’aria sottile nelle sfumature della luce, dei suoi riflessi misteriosi e sempre sorprendenti. L’imprevedibilità naturale del susseguirsi di fitte nebbie e albe taglienti continuerà ad alimentare la mia insaziabile curiosità”.

Per ulteriori informazioni: Lagazuoi Expo Dolomiti

ARTE AD ALTA QUOTA: “SNOW ART DOLOMITI ROMANTICHE”

Visioni di bellezza: arte ad alta quota per il vernissage di “Snow Art Dolomiti Romantiche”.

Venerdì 8 febbraio alle ore 15 avrà luogo il vernissage della mostra temporanea “Snow Art Dolomiti Romantiche”. L’evento si terrà in occasione della settimana dei giornalisti GIS nella conca ampezzana.

L’esposizione fotografica, visitabile fino al 7 aprile, è patrocinata da Regole d’Ampezzo, Fondazione Cortina 2021, Dolomiti Superski e Anef.

Nello specifico, si tratta di un osservatorio sulla bellezza nel cuore delle Dolomiti, che avrà luogo all’interno di Lagazuoi EXPO Dolomiti.

Attraverso questa mostra sarà possibile quindi osservare le meraviglie della montagna viste attraverso gli occhi di tre artisti di importanza internazionale, Pierluigi Orler, Gustav Willeit e Stefano Zardini. I tre fotografi racconteranno il  linguaggio della montagna, traducendolo in eleganti immagini che resteranno impresse nella mente dei visitatori.

 

Per maggiori informazioni:

Dolomiti Superski e Cortina 2021

 

 

Fonte Immagine

workshop street photography

WORKSHOP DI STREET PHOTOGRAPHY, 17-18 MARZO

La sede dell’associazione culturale di fotografia e arti multimediali Frequenze Visive ospiterà, sabato 17 e domenica 18 marzo, il workshop sulla Street Photography, la sua storia e i grandi fotografi che l’hanno caratterizzata.

Sono aperte le iscrizioni per il workshop di “Street Photography” che avrà luogo presso la sede di Frequenze Visive, via montale 1, Vigonovo (ve). Si tratta di un corso intensivo nel quale vengono suggeriti, attraverso la storia della Street Photography e la conoscenza dei grandi fotografi che l’hanno fatta, nuovi stimoli per chi attraversa una fase di stanca del proprio fotografare. Ponendo l’attenzione su quello che si fotografa e imparando a essere più selettivi, si avrà modo di individuare più chiaramente il proprio percorso fotografico, per chi è alla ricerca di uno stile personale in fotografia. Questo corso vi farà appassionare ancora di più a questa bellissima arte qual è la Fotografia.

Il corso si terrà:

Sabato 17 marzo, dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 19.00

Domenica 18 marzo, dalle 9,00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 17.00

 

Gli argomenti che verranno approfonditi sono:

– Cos’è la Street Photography: per quanto indefinibile possa essere il genere bisogna comunque distinguerlo dalla fotografia documentaria e sociale poiché, se i risultati possono essere gli stessi, è l’approccio del fotografo ad essere completamente diverso. Sono molti i fotografi che hanno lasciato un segno su questa strada e bisogna distinguerli, fra inconsapevoli e consapevoli, di far parte di un certo modo di intendere la fotografia.

– Mezzi operativi: descrizione di apparecchi e pellicole da utilizzare in base ai risultati che si desiderano ottenere.

– Sistemi di ripresa e approccio: in questo genere è importante conoscere alcune norme comportamentali e alcune tecniche operative che permettano al fotografo di passare il più possibile inosservato.

– Storia e origini della Street Photography: il genere è nato con la fotografia ma ha potuto esprimersi solo con l’avvento di apparecchi versatili ed emulsioni veloci.

– Street Photography e diritto: è opportuno essere al corrente delle leggi sui divieti a fotografare, soprattutto per non subire abusi di potere da chicchessia, contro il proprio diritto ad esprimersi liberamente.

– Multivisioni: visione di alcuni lavori multimediali a cura del gruppo Mignon.

– Fotografie originali: come esempio di presentazione, scelta e cura dei materiali oltre che un discorso sul valore nel seguire tutte le fasi operative dalla ripresa alla camera oscura.

– Documenti: è importante dare un senso al proprio lavoro organizzandolo per essere proposto in mostre o libri.

– Formazione perenne: qualunque sia il risultato che otteniamo non ci si deve mai ritenere arrivati. È giusto tenersi sempre informati sulle novità, studiare sui testi, visitare le mostre, confrontarsi con gli altri: il bello non è arrivare ma partire sempre.

– Uscita

– Visione e discussione immagini dei partecipanti

Per info: info@mignon.com 

DAVIDE-SCAPIN-MONACO-GERMANIA_MIGNON-CAVARZERE

2 MARZO, CAVARZERE: “MIGNON E LA STREET PHOTOGRAPHY”

Il Fotoclub di Cavarzere (VE) ospiterà venerdì 2 marzo il gruppo Mignon Photography, per un’imperdibile incontro sulla Street Photography.

Venerdì 2 marzo 2018, presso il Fotoclub Cavarzere a Venezia, saranno ospiti d’eccezione i componenti di Mignon Photography, uno dei più attivi gruppi fotografici del Veneto, per parlare della Street Photography e del loro modo di approcciarsi a questo stile.

Mignon Photography

Mignon nasce nel 1995 da un’idea di Giampaolo Romagnosi, che fonda il gruppo con Mauro Minotto e Angelo Tassitano per promuovere un progetto fotografico finalizzato alla rivalutazione delle piccole cose che appartengono alla quotidianità, fissando come unico vincolo la ripresa e la stampa in rigoroso bianco e nero; fin dalla prima pubblicazione del 1997 il collettivo si identifica nella corrente della “Street Photography”.

La Street Photography, o fotografia di strada, è un genere fotografico che vuole riprendere i soggetti in situazioni reali e spontanee in luoghi pubblici al fine di evidenziare aspetti della società nella vita di tutti i giorni.

L’associazione culturale Mignon promuove quindi un progetto fotografico diretto ad investigare il quotidiano, l’uomo e il suo ambiente. Questo particolare interesse per le cose che ci circondano e per gli altri ha fatto incontrare fotografi professionisti e non, formando un gruppo in nome della fotografia come fenomeno comunicativo.

Questi fotografi ci relazionano con il mondo attraverso i loro occhi, condividendo esperienze comuni di carattere tecnico e soprattutto umano.

Per maggiori informazioni: Mignon

Robert Frank The Americans

ROBERT FRANK E GLI AMERICANI CON GIAMPAOLO ROMAGNOSI – VENERDÌ 29 ORE 21,00 SALA POLIVALENTE VIGONOVO

Una serata dedicata alla “Street photography” su “Robert Frank e gli americani” con Giampaolo Romagnosi, gruppo Mignon, che ci accompagnerà alla scoperta di uno dei libri fondamentali della storia della fotografia.

Quella folle sensazione in America, quando il sole picchia forte sulle strade e ti arriva la musica di un jukebox o quella di un funerale che passa. È questo che ha catturato Robert Frank nelle formidabili foto scattate durante il lungo viaggio (finanziato da una borsa della Fondazione Guggenheim) attraverso qualcosa come quarantotto stati su una vecchia macchina di seconda mano. Con l’agilità, il mistero, il genio, la tristezza e lo strano riserbo di un’ombra ha fotografato scene mai viste prima su pellicola. Per questo Frank sarà riconosciuto come un grande della fotografia”
Jack Kerouac
Prefazione a The Americans – Robert Frank 1958

Giampaolo Romagnosi è nato nel 1966 a Piove di Sacco (PD). Ideatore e fondatore del gruppo Mignon, è fotografo, stampatore, docente. La sua passione per la fotografia si è trasformata in un’attenta e certosina voglia di conoscere tutti gli aspetti che riguardano la produzione fotografica, in particolare quelli legati all’editoria. Bibliofilo e collezionista di fotolibri, ha curato numerosi volumi fotografici propri, del gruppo Mignon e di altri fotografi. Da anni si occupa di ricerche sul territorio veneto sia dal punto di vista paesaggistico che di restituzione visiva urbana attraverso il mezzo fotografico.

Durante la serata verrà svelato il primo tema della Maratona fotografica di Padova 2017.

Iscriviti ! maratonafotograficapadova

Informazioni:

Venerdì 29 settembre ore 21:00 sala polivalente di Vigonovo di via Veneto 2
http://www.mignon.it/

Mignon nasce nel 1995 per promuovere un progetto fotografico finalizzato alla rivalutazione delle piccole cose che appartengono alla quotidianità; fin dalla prima pubblicazione del 1997 il collettivo si identifica nella corrente della “Street Photography”. Dopo la prima attività di ricerca dedicata all’opera di Giovanni Umicini, nel 1999 entra nel gruppo Ferdinando Fasolo e il lavoro del gruppo si espande con l’organizzazione di mostre fotografiche e la stampa di numerosi libri, oltre a serate ed eventi dedicati alla fotografia. Fondamentali per Mignon sono stati l’incontro con il maestro Walter Rosenblum e, successivamente, la collaborazione con il professor Angelo Maggi. Dal 2006 inizia una nuova fase nella quale Mignon si dedica anche alla divulgazione della fotografia attraverso corsi e workshop che offrono al gruppo prospettive inedite e l’occasione per incontrare nuovi fotografi che vengono integrati nel collettivo: nel 2009 Fatima Abbadi, nel 2013 Giovanni Garbo e Leonio Berto e nel 2014 Davide Scapin.

Mignon: Fatima Abbadi, Leonio Berto, Ferdinando Fasolo, Giovanni Garbo, Mauro Minotto, Giampaolo Romagnosi, Davide Scapin

www.mignon.it