venezia giornata FAI 15 ottobre 2017

DOMENICA 15 OTTOBRE: GIORNATA FAI D’AUTUNNO

Domenica 15 ottobre si svolgerà la giornata FAI d’autunno, in occasione della quale verranno organizzate visite guidate alla scoperta delle meraviglie nascoste di Venezia.

Le Giornate FAI, dedicate ai beni culturali, sono occasioni uniche per visitare luoghi solitamente chiusi al pubblico e guardare con occhi diversi il volto delle nostre città, sentendoci parte di un’Italia orgogliosa della bellezza del suo patrimonio d’arte e impegnata a proteggerlo e valorizzarlo.

In occasione della Giornata FAI d’Autunno in programma per domenica 15 ottobre 2017, il gruppo FAI Giovani e la Delegazione di Venezia propongono l’itinerario VENEZIA NASCOSTA, alla scoperta delle meraviglie nascoste del Veneziano. Tra i principali luoghi d’interesse visitabili in questa giornata troviamo:

L’edificio di Torre di Porta Nuova, posto di fronte alla Tesa che conclude la serie della Darsena Novissima all’Arenale di Venezia, risale alla prima metà dell’800. Lo scopo di questo edificio era quello di contenere le altissime braccia meccaniche che consentivano l’alberamento delle navi di grandi dimensioni, un’esigenza nata dalla stazza molto più grande delle navi ottocentesche rispetto a quelle costruite nei cantieri durante il periodo della Serenissima.
La Torre è raggiungibile mediante servizio navetta gratuito dal Giardino delle Vergini, con partenze ogni 20 minuti. In alternativa, è possibile raggiungere la Torre mediante il servizio di imbarcazione ACTV, linea n. 4.1 oppure linea n. 5.2, fermata “Bacini”.
Le visite guidate saranno intervallate dagli intermezzi musicali degli allievi della Scuola Media Musicale Dante Alighieri e del Liceo Classico Musicale Marco Polo.

Sede vescovile dipendente dal patriarcato di Grado dal 775 al 1451, poi cattedrale e sede patriarcale fino al 1807 (quando il titolo passò a San Marco), la basilica di San Pietro sorge nell’antica isola di Olivolo, ora Castello, in quello che fu il primo insediamento abitativo e il primo centro religioso, politico e commerciale della città.

Istituto laico, fondato nel 1703 dal patriarca Giovanni Badoer per dare ricovero e redimere ex prostitute, facendo rinascere un’opera di carità risalente al XIV secolo. Nel 1730, su progetto di Massari, iniziò la costruzione della nuova sede. Il complesso è formato da tre edifici ed era organizzato in modo tale da essere autosufficiente, con orti e cisterne per l’acqua. La funzione di ricovero proseguì fino al 1956. L’edificio è stato di recente sottoposto a un lavoro di restauro ed è attualmente un Centro di servizi per anziani non autosufficienti.

Fonte: VeneziaToday

Condividi su:
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Rispondi

Scrivi il primo commento!

avatar
wpDiscuz