Archivi categoria: Notizie

tram

LE ROTAIE DEL TRAM MESTRINO SONO UNA VERA E PROPRIA TRAPPOLA PER CICLISTI E MOTOCICLISTI

MESTRE. Le rotaie del tram mestrino continuano a rappresentare una trappola soprattutto per ciclisti e motociclisti.

Molti sono i i cittadini che si rivolgono allo sportello “risarcimento danni” dell’Adico dopo essersi infortunati sui binari colpevoli di aver fatto cadere decine di persone, alcune delle quali hanno subito danni fisici molto seri alcuni anche risultati letali. L’ufficio legale dell’ associazione anche in questi ultimi giorni si è ritrovato a seguire più di un socio vittima di quelle rotaie che creano problemi anche alle auto, facendole spesso sbandare, figuriamoci ai mezzi con due ruote. Le rotaie che sono una insidia evidente, segnalata dai cartelli, e impongono cautela se si viaggia su due ruote ma si possono mettere in atto correttivi per potenziare la sicurezza. Come le corsie riservate, tema caro anche ai sindacati dei lavoratori di Actv.

I binari del tram sono senza dubbio una insidia per chi ci passa sopra e l’associazione Adico ha da subito denunciato questo problema avendo seguito moltissimi soci rimasti feriti dopo la caduta sulle rotaie. Adico ha dovuto aprire un intero fascicolo visto le richieste di assistenza. Purtroppo allo stato attuale non sono mai arrivate risposte positive ma l’associazione non intende arrendersi, essendo sotto gli occhi di tutti la pericolosità di quel binario”. L’intervento di un ufficio legale diventa comunque necessario prima di procedere in qualsiasi altro modo. Tramite lo sportello “risarcimento danni” l’associazione chiede al Comune l’apertura del sinistro e intima il pagamento di un risarcimento. E’ questo il primo necessario passo prima, per esempio, di rivolgersi al Tribunale.

“Noi proseguiamo la nostra battaglia – continua Garofolini – e mi auguro che presto vengano riconosciute le responsabilità di questo tipo di binario in relazione alle tante cadute che sono avvenute in ogni zona di Mestre. E’ evidente che le rotaie non siano state realizzate a regole d’arte come testimonia il fatto che sono avvenuti decine di incidenti e continuano ad avvenire ancora oggi”.

Fonte: ADICO

MOSTRA PERSONALE DI MARIA AGUREEVA PRESSO LA GALERIE ISABELLE LESMEISTER (GERMANIA) DAL 22 SETTEMBRE 2018

La mostra di Maria Agureeva nasce dalla collaborazione tra il Premio Arte Laguna e la galleria tedesca di Regensburg.

Il premio veneziano ha selezionato l’artista come vincitrice del premio speciale “Artist in Gallery” durante la 12° edizione. Premio Arte Laguna, tramite questo speciale premio, permette di creare collaborazioni con importanti gallerie internazionali. Ciò dà l’opportunità alle gallerie di conoscere un ampio numero di artisti selezionati da una prestigiosa giuria. Esse potrebbero scegliere, a loro volta, gli artisti vincitori del premio per una successiva nuova mostra.

I due enti hanno deciso di premiare Maria Agureeva per la sua unica capacità di creare, attraverso materiali sintetici (plastica, lattex), vere e proprie opere d’arte contemporanea.

L’artista russa “riesce a creare una connessione tra ciò che è materialità e ciò che può essere visto come identità”.

La mostra personale It will always be not enough resterà aperta dal 22 settembre al 17 novembre 2018.

text

MARIA AGUREEVA (Mosca, 1985) crea opere divario genere da installazioni, performance e oggetti artistici a video e fotografie. Il tema principale è sempre il corpo femminile e la sua percezione culturale e sociale.

QUANDO?

Inaugurazione: sabato 22 settembre 2018

Conclusione: sabato 17 novembre 2018

DOVE?

Galerie Isabelle Lesmeister

Obermünsterstrasse, 6

93047, Regensburg

Fonte: Arte Laguna Prize

COME E QUANDO È POSSIBILE CONTESTARE UNA MULTA COL SEMAFORO ROSSO

Ci sono situazioni, condizioni e scadenze precise per avere la possibilità di contestare una multa per mancato rispetto del semaforo rosso.

La multa è la conseguenza della fotografia scattata dai sistemi elettronici che sorvegliano il rispetto del semaforo. Secondo il Codice della Strada, infatti, durante il periodo di accensione delle luci rosse i veicoli non devono superare la striscia di arresto. In mancanza di tale striscia, non devono impegnare l’eventuale area di intersezione, né l’attraversamento pedonale antistante, né oltrepassare il segnale, in modo da poterne osservare le indicazioni.

Quanto salate sono le multe in questione?

Chi non rispetta il semaforo rosso rischia una multa di 163,00 euro, se l’infrazione viene commessa in un orario compreso tra le 07:00 e le 22:00. L’importo aumenta a 200,00 euro nel caso in cui l’inflazione venga realizzata tra le 22:00 e le 07:00 del mattino. Alla mera multa per mancato rispetto del semaforo rosso si aggiungono le ulteriori sanzioni dovute dal mancato rispetto di altri divieti, come il limite di velocità, ad esempio.

Oltre alla sanzione pecuniaria, chi attraversa la strada con il semaforo rosso vedrà la propria patente di guida decurtata di ben sei punti. Nel caso il trasgressore sia un neopatentato, si sale a dodici punti sottratti dalla patente.

La sospensione della patente avviene in caso di recidiva, cioè quando la stessa infrazione è commessa due volte nell’arco di due anni, per un periodo che va da uno a tre mesi.

La contestazione è possibile?

Poiché la multa per semaforo rosso deriva da un accertamento di tipo elettronico, si potrà procedere alla contestazione dimostrando un vizio dell’apparecchiatura. Il sistema di verificazione delle infrazioni tipico degli incroci semaforici (il photored) non è paragonabile all’autovelox presente sulle autostrade. Da ciò deriva un’importantissima conseguenza: la violazione attraverso una telecamera ad infrarossi necessita della presenza degli agenti di polizia municipale. Quindi, la multa basata sul solo rilevamento semaforico sarebbe annullabile.

Come?

Si tratta di un orientamento non consolidato. Esso basa l’invalidità della multa sulla genericità o imprecisione dell’accertamento elettronico rispetto ad una contestazione fatta da un vigile. Questo orientamento trova l’avallo del Codice della Strada, secondo cui la regola generale in caso di violazioni è la contestazione immediata fatta dagli agenti. Le uniche eccezioni che vengono ammesse sono nel caso di accertamenti di velocità.

Quando?

Questa tesi è stata sposata anche dalla Corte di Cassazione: la contestazione di un’infrazione alle regole del Codice della Strada va fatta immediatamente, quando è possibile. Da tanto si evince che le multe scattate con gli autovelox sono pienamente legittime, mentre quelle immortalate con sistemi tipo photored lo sono solamente se non è stata possibile la contestazione immediata, e cioè nel caso in cui il conducente del veicolo, oltre a non rispettare il semaforo rosso, sfrecci ad alta velocità.

Oltre a queste ipotesi, la multa per semaforo rosso è contestabile tutte le volte che essa venga notificata in ritardo (oltre novanta giorni dopo l’infrazione), ovvero sia imprecisa (errata indicazione del luogo dov’è avvenuta l’infrazione, oppure dell’ora o della data) o generica (mancanza di alcuni dati personali del conducente). Il ricorso va presentato nei tempi e modi consuetudinari, e cioè entro trenta giorni al giudice di pace oppure entro sessanta al prefetto.

È necessario ricordare che, al contrario dell’autovelox, il sistema di rilevamento infrarossi tipico dei semafori non necessita di taratura periodica. Per questa ragione, non è adducibile l’argomentazione della mancata manutenzione sull’apparecchio.

Fonte: Adico

CORSO DI MINDFULNESS A PADOVA DAL 10 OTTOBRE 2018

Il corso di Mindfulness 2018 si svolge durante 8 incontri per lo sviluppo della consapevolezza e per la riduzione dello stress.

Mindfulness significa essere presenti al momento presente, sapere cosa sta succedendo, intorno a noi e in noi. Una facoltà della mente che resta dormiente, se non sviluppata. Lavorando con essa, comune a tutti, essa cresce e si stabilizza.

Gli incontri favoriscono, tramite tecniche particolari, l’attenzione partecipe e non-giudicante, permettendo di assaporare nuovi modi di conoscere e di essere, ascoltando più attentamente la propria esperienza personale, momento dopo momento. Il percorso di Mindfulness serve proprio a promuovere il cambiamento e migliorare così il nostro stile di vita.

Il protocollo è rivolto a chi desidera vivere in modo consapevole e a coloro che si trovano in difficoltà nella gestione di eventi stressanti o con l’essere continuamente esposti a molteplici impegni lavorativi e/o relazionali.

Questo percorso porterà ad un miglioramento di molteplici ambiti della vita grazie alla riduzione dello stress e al coinvolgimento emotivo agli eventi che si vivono quotidianamente, privilegiando risposte aperte ed emotivamente equilibrate.

INCONTRI

Per partecipare al percorso di Mindfulnessè necessario  l’impegno verso sè stessi e verso il gruppo, essere presenti ad ogni incontro e svolgere le attività in modo autonomo a casa. Sono previsti sussidi cartacei e CD per le pratiche guidate per ogni partecipante. È richiedere incontri individuali con la conduttrice, previo appuntamento.

CORSO include:

– pratiche guidate dei vari esercizi di Mindfulness secondo il protocollo di MBSR – Mindful-yoga ed esercizi di streching accessibili a tutti

– condivisione fra i partecipanti e il gruppo – esercizi di consapevolezza quotidiana – supporti di sussidi cartacei e CD per le pratiche guidate

DURANTE IL TRAINING:

– Entreremo in contatto con i personali automatismi

– Osserveremo le emozioni, i pensieri e le sensazioni fisiche più ricorrenti

– Accoglieremo le situazioni causa di stress

– Impareremo a coltivare un’attenzione aperta, spaziosa, non giudicante, gentile

– Inizieremo a comprendere i segnali del nostro corpo e a gestire l’inter-essere in noi e con l’altro.

Particolare attenzione verrà posta all’ascolto consapevole.

QUANDO?

Serata di presentazione: Mercoledì 3 ottobre ore 20.00

Gli incontri si svolgeranno ogni mercoledì dalle ore 20.00 alle 22.30 circa, più un incontro intensivo da concordare col gruppo.

Ogni mercoledì: 10 – 17 – 24 – 31 ottobre 2018,

7 – 14 – 21- 28 novembre 2018

Incontro intensivo : Sabato 15/12 o domenica 16/12 da concordare con i partecipanti.

DOVE?

c/o Associazione MadreTerra Via Palestro, 15 – 35138 Padova

CONDUTTRICE/TRAINER:

Chiara Mancini, Diploma di Mindfulness Trainer e diploma di Compassion Based Training presso Samye Ling Tibetan College in Scozia. Master in Mindfulness-Base-Therapy presso l’I.SI:MIND, Istituto Italiano Mindfulness a Vicenza. Insegnante di Mindful-Yoga, naturopata, specialista in tecniche bioenergetiche.

Al termine verrà consegnato Attestato di Partecipazione.

Per informazioni e iscrizioni:

Tel.049 660184 – 338 9161574 (Chiara) o info@madreterraitalia.it

*NOTE:

Il Corso prevede la partecipazione di un massimo di partecipanti. Si consiglia un abbigliamento comodo e di portare con sé quaderno e penna.

Fonte: Corso Mindfulness 2018 MadreTerra

VIA AL CORSO PER INSEGNANTE DI YOGA BIENNALE “CITRAYOGA” A PADOVA DAL 20 OTTOBRE 2018

Il 20 ottobre 2018 inizia il nuovo corso biennale di formazione insegnanti di Mindful Yoga – Hata Yoga.

Il corso “Insegnante di Yoga” di Madre Terra è riconosciuto da CSEN, ente di promozione sportiva aderente al Sistema SNaQ del Coni (Sistema Nazionale delle Qualifiche dei Tecnici Sportivi).

La particolarità di questo percorso nel panorama delle formazioni italiane consiste nel connubio fra gli insegnamenti classici dell’Hatha Yoga ed il Protocollo Mindfulness (MBSR) e Compassion Training.

Mindfulness è la traduzione in inglese della parola in lingua Pali “Sati” che significa “Presenza”, “Consapevolezza” e rappresenta uno stato ottenibile grazie alla meditazione.

Il corso di Mindful Yoga permette agli allievi di giungere alla consapevolezza del corpo che permette di accedere al Movimento Naturale. Questo particolare stato permette che il gesto insorga in perfetto accordo con le leggi della natura.

Per entrare in contatto con il mondo della Consapevolezza gli allievi seguiranno il Protocollo Mindfulness Based Stress Reduction (MBSR) della durata di 8 settimane, già integrato al piano di studi 2018-2020.

IL CORSO VALE COME AGGIORNAMENTO TECNICO AI FINI DEL RICONOSCIMENTO DEL DIPLOMA DI INSEGNANTE E DEL TESSERINO DI TECNICO NAZIONALE

Come funziona il corso e su cosa si concentra?

Innanzitutto il Corso biennale di Formazione per insegnanti è accreditato con lo CSEN-CONI in collaborazione con Yoga Alliance Italia – International.

Il Corso viene strutturato in week-end mensili e in 2 ritiri residenziali, che permetterà ai futuri insegnanti di ottenere il diploma ed il tesserino tecnico nazionale CSEN/CONI di “Insegnante Yoga” (500 ore) e il diploma di certificazione della Scuola CITRA YOGA.

I principali insegnamenti riguarderanno Hathayoga e lo studio delle varie asana, i mudra, i mantra e la funzionalità vocale, la meditazione di consapevolezza (Protocollo Mindfulness 8 settimane MBSR e Compassion Training, menzionato sopra), Mindful Yoga e lo studio dei testi classici della tradizione.

Ogni incontro avrà un tema fondamentale che verrà svolto da uno o due insegnanti della durata di cinque/sette ore, suddivise in un’ora di teoria, durante la quale saranno distribuite delle dispense e altro materiale didattico, e quattro/sei di pratica.

Sono previsti, inoltre, workshop con docenti esterni.

Chi può partecipare al corso?

Il Corso si rivolge sia a coloro che desiderano conseguire una formazione teorico-pratica qualificata per l’insegnamento dello yoga, sia a chi è interessato ad un percorso personale di conoscenza attraverso una pratica yogica, consapevole e trasformativa.

Docenti:

Chiara Mancini, Daoyin Di Paolo Proietti, Laura Nalin

Informazioni utili:

DOVE: c/o ZOO, Contenitori Culturali, Via Dietro Duomo 14, Padova.

E-mail:  info@madreterraitalia.it

Cell. 338 9161574 – Tel. 049 660184

CALENDARIO:

20 – 21 ottobre (II° Biennio primo anno)

VINYASA, L’ARTE DELLA SEQUENZA E IL MOVIMENTO NATURALE
Tecniche di scioglimento articolare e movimento naturale. Introduzione ai concetti di Nyasa e Vinyasa nell’Arte indiana. Studio delle prime tre Nritya (coreografie): Shodashi Nritya (Sequenza di Janu Shirshasana), Virabhadra Nritya (sequenza di Virabhadrasana e Trikonasana), Vyaghrapada Nritya (sequenza di Natarajasana e posizioni di equilibrio).

MINDFULNESS – INTRODUZIONE
Introduzione alla Mindfulness. Definizione e skills della meditazione di Consapevolezza. Riflessioni sulle intenzioni. Teoria e pratica. Consegna dispense e materiale cartaceo per studio.

 

25 – 26 novembre (II° Biennio)

NATYA YOGA, LA VIA DELLA DANZA
Elementi di Bharatanatyam (Alaripu e Mudra), elementi di danza contemporanea e Contact Improvisation. Pratica del saluto al Sole.

MINDFULNESS- 1°MODULO
Stabilizzare la mente, il pilota automatico, introduzione alla stabilizzazione. Esercizio dell’acino d’una e pratica del body scan. Teoria e pratica. Condivisione con e fra i partecipanti. Consegna dispense e cd per la pratica personale.

 

8 – 9 dicembre (II° Biennio)

ANATOMIA ESPERIENZIALE: IL CORPO CHE PENSA
Le catene muscolari e la respirazione ossea nella pratica degli asana.

MINDFULNESS- 2° MODULO
La mente non stabile. Riconoscere e stabilizzare la mente. Movimento consapevole/ Mindful yoga. Condivisione con e fra i partecipanti. Consegna dispense e cd per la pratica personale.

 

26 – 27 gennaio 2019 (II° Biennio)

YOGA DARSHANA
I sei darshana vedici. Introduzione allo Yoga di Patanjali. Analisi comparativa degli Ashtanga (le “otto membra dello Yoga” e del “Nobile Ottuplice Sentiero buddhista”. Asana come tecniche di meditazione. Esercizi di visualizzazione e percezione delle energie sottili (Kriya).

MINDFULNESS- 3° MODULO
La postura e variazioni di seduta. Stabilizzazione. Radicamento. Riposo. Supporto utilizzando il respiro. Presenza mentale nella vita quotidiana, mindfulness triggers. Condivisione con e fra i partecipanti. Consegna dispense e cd per la pratica personale.

 

24 – 24 febbraio 2019 (II° Biennio)

I CAKRA E L’ARTE DELLA VIBRAZIONE
Fisiologia dello Yoga, energie sottili ed elementi di Yoga del suono. Pratica dei Bija Akshara. Studio delle posizioni in relazione ai cakra.

MINDFULNESS- 4° MODULO
Tre minuti di respirare lo spazio. Meditazione col supporto del suono. Atteggiamenti sotterranei. Consegna dispense per la pratica personale. Condivisione con e fra i partecipanti.

 

23 – 24 marzo 2019 (II° Biennio)

HAMSA, IL RESPIRO DELL’ANIMA
Pranayama, pratica dei bija mantra ed elementi di canto e recitazione. Introduzione al Pranava Yoga. Studio dell’Hamsa Upanishad.

MINDFULNESS -5°MODULO
Lavorare con la distrazione: futuro, passato e presente. Divenire consapevole della distrazione. Spostamento ed abbandono del focus.  Barometro del corpo. Meditazione camminata. Condivisione con e fra i partecipanti. Consegna delle dispense per la pratica personale.

 

13 – 14 aprile 2019 (II° Biennio)

IL SENTIERO DELL’ILLUSIONE
Psicologia dello Yoga. Introduzione al Maya Vada di Shankara Bhagavadpada o Advaita Vedanta. Esercizi sulla percezione. Tecniche di meditazione. Pratica del conteggio delle respirazioni e della ripetizione dei mantra durante gli asana.

MINDFULNESS – 6°MODULO
Bodyscan. Introduzione alla corrente sotterranea e l’osservatore. Teoria e pratica. Approfondimento dei 3 minuti coping breathing space. Discussione sui vari comportamenti, presupposti, aspettative e obbiettivi. La non identificazione con il pensiero. Condivisione generale. Consegna dispense per la pratica personale.

 

25 – 26 maggio 2019  (II° Biennio)                                                                   

DASHA MAHAVIDYA: Energia Femminile Come Vuoto Creativo
Le dieci forme della Dea. Pratiche di integrazione delle energie femminili (asana, mudra, mantra, rituali). Studio dei miti relativi alle dieci forme della Dea

MINDFULNESS – 7° MODULO
Le cause della non accettazione. Gentilezza amorevole e Compassione. Il Perdono. Lavorare con le difficoltà e coltivare l’accettazione incondizionata. Mindful Yoga. Condivisione. Consegna delle dispense per la pratica personale.

 

23 – 23 giugno 2019   (II° Biennio)

SHIVA, IL NATARAJA; Energia maschile come Forma e Materia.
Esercizi di integrazione dell’energia maschile. Pratica della Tandava.

MINDFULNESS – 7° MODULO approfondimento
Pratica con i partecipanti. Esercizio dei Sette passi per accettare le difficoltà. Indagare la non-accettazione: libertà dal risentimento. Teoria e pratica. Meditazione camminata. Condivisione con e fra i partecipanti. Consegna di dispense per la pratica personale.

 

14 – 20 luglio 2019  (II° Biennio)

YOGA RETREAD, “IL RISVEGLIO DELLA GIOIA”.

 

21 – 22 settembre 2019  (II° Biennio)                                                               

SHIVA E SHAKTI: LA DANZA DEGLI DEI
Lo Hatha Yoga come pratica di Integrazione di Vuoto/Energia femminile e Forma/Energia maschile. La Dottrina delle vibrazioni. Introduzione allo studio degli Agama. Pratica degli Asana a Coppia.

MINDFULNESS – 8° MODULO
Reazione- risposta. Coltivare l’attenzione attiva. Compassione e saggezza. Praticare l’equanimità. Esercizio per la consapevolezza naturale. Rituale di chiusura e consegna del manuale Mindfulness.

—————————————————

19 – 20 ottobre 2019   (II° Biennio secondo anno)

LA VIA DEL GUERRIERO
Gli Shiv Akhara e le origini marziali dello Hathayoga. Harita Vandanam (il Saluto del Guerriero). Viaghrapada Nrtya (la danza di Vyaghrapada). Elementi di Kalaripayattu. Tecniche di bastone.

MINDFULNESS – VIVERE ABILMENTE
Approfondimento delle varie tematiche presentate, teoria e pratica di ulteriori esercizi per la meditazione di Consapevolezza. Meditazione camminata. Pratica formale con altri supporti. Condivisione con e fra i partecipanti. Consegna di dispense per la pratica personale.

 

16 – 17 novembre 2019  (II° Biennio)                                                               

VYAYAMA VIDYA
La Ginnastica Indiana e le sue influenze sullo yoga moderno. Integrazione Posturale. Elementi di Yoga Terapeutico. Anatomia del Movimento. Elementi di Massaggio e scioglimento articolare a coppia.

MINDFULNESS – Essere nel corpo
Pratica completa di Mindful Yoga. Il Corpo come casa, teoria e pratica. Attaccamenti: la radice della sofferenza. Condivisione con e fra i partecipanti. Consegna di dispense per la pratica personale.

 

7 – 8 dicembre 2019 (II° Biennio)

IL POTERE DEL SERPENTE
Kundalini e il Movimento Spontaneo. Movimento naturale. Percezione e utilizzazione delle energie sottili. Introduzione allo Hathayogapradipika e alla Kundalini Yoga Upanishad.

MINDFULNESS – CONCLUSIONI
Divenire amici di sé stessi: ostacoli, giudizi, critiche, sfiducia… le difficoltà più comuni che impediscono l’accettazione e la gentilezza amorevole. La pratica di Metta. Esercizi condotti dagli allievi. Condivisione e consegna di dispense per la pratica personale.

Calendario: Calendario Seminari 2018-2019

 

Fonte: Corso Insegnanti di Yoga MadreTerra

CORSO BASE SUGLI ARCANI MINORI A PADOVA IL 13 E 14 OTTOBRE 2018

IL MISTERO DEGLI ARCANI MINORI – TERRA, FUOCO, ARIA E ACQUA condotto da Chiara Mancini.

Nei giorni del 13 e 14 ottobre a Padova è possibile partecipare ad un corso improntato sulla conoscenza profonda del valore di ciascun Arcano Minore, del suo significato e del suo “posto” nella scala numerologica.

Come dice Jodorowsky: ”Avevo capito che il vero studio dei Tarocchi cominciava con gli Arcani Minori, proseguiva nelle Figure e terminava con gli Arcani Maggiori”.

Gli Arcani Minori si dividono in 4 centri fondamentali della vita umana: intellettuale, emozionale, sessuale e creativo, materiale e corporeo.

Dai 4 centri si collegano 4 sistemi di percezione del mondo:

Razionale= il verbo = aria = spade

Emozionale= il cuore = acqua = coppe

Creativo= il desiderio, la creatività = fuoco = bastoni

Corporeo= le necessità vitali = terra = denari

Non è facile intepretare gli Arcani Minori proiettandoli nella propria vita personale attraverso le singole carte. Essi rappresentano una sfida, un esercizio di interpretazione, un guardare al di là, un vedere con occhi nuovi, puliti, chiari.

Durante il corso si apprenderanno le nozioni principali degli Arcani Maggiori e si arricchiranno con la comprensione dei Minori. Verrà utilizzato l’intero mazzo dei Tarocchi, quindi tutta l’energia che li caratterizza, forte e misteriosa. Partecipare al corso permette di iniziare a percorrere un sentiero di conoscenza di simboli, archetipi, forme e colori; un tragitto che collega in modo diretto la ragione ed il cuore.

Verranno presentate alcune estrazioni con gli Arcani Minori e Maggiori e i partecipanti potranno esercitarsi fra loro. Il seminario, come nostra consuetudine, presenterà una parte teorica e una gran parte esperienziale.

Testo consigliato: Alejandro Jodorowsky, La Via dei Tarocchi – ed. Feltrinelli.

NEL CORSO VERRANNO USATI I TAROCCHI MARSIGLIESI RESTAURATI (CAMOIN-JODOROWSKY).

Prima di tutto è necessaria la curiosità per una nuova materia di vita e successivamente anche carta e penna.

Informazioni utili:

DOVE: c/o ZOO, Contenitori Culturali, Via Dietro Duomo 14, Padova

ORARI: 9.30/13.00- 14.30/18.30 circa

Info ed iscrizioni www.madreterraitalia.it o info@madreterraitalia.it

Tel. 3389161574 – 049.660184

*Chiara ManciniChiara Mancini – da oltre 30 anni studiosa ed esperta conoscitrice dei Tarocchi, sviluppando soprattutto gli aspetti legati al simbolismo e agli archetipi junghiani.  Naturopata, insegnante di yoga e Mindful-yoga, terapeuta specializzata in tecniche bioenergetiche, trainer in meditazione di Consapevolezza/ Mindfulness e Compassion training. Vive e lavora a Padova dove conduce corsi e seminari dedicati alla crescita consapevole presso l’Associazione Madre Terra a Padova.

Fonte: Corso base Arcani Minori MadreTerra

ISCRIZIONI APERTE PER LA 13° EDIZIONE DI ARTE LAGUNA PRIZE. NUOVISSIMA SEZIONE DI DESIGN. ANNUNCIATA LA PRESTIGIOSA GIURIA.

Ormai da tredici anni, Arte Laguna Prize promuove l’arte contemporanea in tutte le sue forme grazie a un’eccellente giuria che seleziona, tra migliaia di artisti internazionali, le opere da esporre nel suggestivo Arsenale di Venezia durante la grande mostra di marzo.

Il premio Arte Laguna Prize ha ricevuto la medaglia del Presidente della Repubblica Italiana ed è patrocinato tra gli altri dal Ministero degli Esteri, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, Regione del Veneto, Comune di Venezia, Università Cà Foscari di Venezia, Istituto Europeo di Design. Per la prima volta viene aperta una nuova importante sezione dedicata all’arte del design.

Questo cambiamento “è la prosecuzione naturale della crescita di Arte Laguna Prize e l’espressione dei labili confini tra design e arte che da tempo osserviamo” afferma una delle fondatrici di Arte Laguna Prize Laura Gallon.

La sezione design, supportata da Antrax IT, azienda produttrice di oggetti di design per il riscaldamento, avrà una giuria creata ad hoc, così come tutte le altre sezioni già esistenti. I professionisti da cui è composta sono: Alfonso Femia, architetto, Danilo Premoli, architetto e designer e Igor Zanti, curatore generale del premio e direttore di IED Venezia. È possibile grazie alla nuova categoria inviare proposte di arredo che arricchiscano l’esperienza abitativa in cui la componente visiva si trova al primo posto.

Ora è possibile contare dieci categorie a cui artisti e creativi potranno candidarsi fino al 27 novembre 2018: design, pittura, scultura e installazione, arte virtuale, arte fotografica, grafica digitale, video arte e cortometraggi, performance, arte urbana, land art.

Le altre sezioni di concorso

Le sezioni storiche verranno valutate da esperti d’arte internazionali selezionati in base a curriculum e competenze: Flavio Arensi – direttore dei musei di Legnano; Filippo Andreatta – regista teatrale e co-curatore di Centrale Fies; Mattias Givell – co-direttore di Wanås Konst in Svezia; Eva González-Sancho – co-curatrice della prima Biennale di Oslo del 2019; Simone Pallotta – curatore di arte pubblica e urbana; Richard Noyce – scrittore, docente e critico d’arte; Enrico Stefanelli – direttore artistico di Photolux Festival di Lucca; Alessandra Tiddia – chief curator presso il Mart di Trento e Rovereto; Vasili Tsereteli – direttore del Moscow Museum of Modern Art; Maxa Zoller – curatrice della sezione film di Art Basel e direttore artistico di International Women’s Film Festival di Dortmund.

La giuria selezionerà le opere di 120 artisti finalisti provenienti dalle varie categorie presenti, esposte alla mostra dal 16 marzo al 7 aprile 2019 all’Arsenale Nord di Venezia. Succesivamente, tra le plurime opere esposte, la prestigiosa giuria individuerà sei vincitori assoluti che si aggiudicheranno i premi in denaro per un montepremi totale di 42mila euro.

Maggiori informazioni sul premio e sul bando di concorso sono disponibili sul sito www.premioartelaguna.it

GLI ULTERIORI PREMI DELLA 13^ EDIZIONE
Premi Artist in Residence

Si tratta di un programma di residenze d’arte per permettere un’esperienza artistica di crescita a contatto con un nuovo ambiente o una nuova cultura. Le residenze sono: GLO’ART in Belgio; Basu Foundation for the Arts a Calcutta; Espronceda a Barcellona; Farm Cultural Park a Favara in Sicilia; Maradiva Cultural Residency, a Mauritius. Coinvolgimento, inoltre, del Lanificio Paoletti a Treviso, Open Dream sempre a Treviso e Centrale Fies a Trento; Nuart Festival in Norvegia.

Premi Business for Art

Collaborazioni con aziende per connettere la creatività con il mondo produttivo. Quest’anno gli artisti utilizzeranno i tessuti pregiati di Tessitura Luigi Bevilacqua di Venezia per realizzare una nuova opera; vincere 2000 € presentando una proposta artistica per la valorizzare gli ambienti dell’azienda vinicola 47 Anno Domini; aggiudicarsi 2.000 € proponendo  proposte grafiche da applicare ai packaging dei prodotti dell’azienda dolciaria Fraccaro Spumadoro oppure vincere 2.000 € presentando a Maglificio Giordano’s opere d’arte legate al mondo della moda.

Premi Artist in Gallery

Realizzazione di 4 mostre in Gallerie d’Arte internazionali comprensive di allestimento, inaugurazione e catalogo. Gli spazi sono: Galerie Isabelle Lesmeister in Germania; Várfok Galéria di Budapest; Anise Gallery di Londra; Jonathan Ferrara Gallery a New Orleans Stati Uniti.

Partecipazioni a Festival e Mostre collettive

Selezione di 13 artisti per la partecipazione ad eventi in Slovenia presso il Festival Art Stays, a Pechino con eventi organizzati da Art Nova 100, a Venezia con la mostra TraVellArt e a Lucca con la partecipazione a Photolux Festival.

Premi Art Platforms and supporters

Collaborazioni con istituzioni che intendono promuovere l’arte sostenendo gli artisti: la piattaforma canadese Biafarin, la fondazione per la promozione dell’arte con i pastelli The Art Spirit Foundation in Connecticut, Stati Uniti.

Per maggiori informazioni contattare:

Tel: +39 041 5937242 oppure +39 347 7077251

E-mail:  info@artelagunaprize.com

Fonte: Premio Arte Laguna Prize 2018

cecil

IL PREMIO ARTE LAGUNA IN OCCASIONE DELLA VENICE GLASS WEEK PRESENTA L’INSTALLAZIONE DI VETRO DELL’ARTISTA OLANDESE CECIL KEMPERINK

Durante l’evento l’artista porterà gli spettatori a vivere la sua opera realizzata con i maestri vetrai. Un’installazione che si fa performance per immergersi completamente nella creazione in vetro di Murano.

Il Premio Arte Laguna presenta, venerdì 14 settembre alle ore 16.00 presso gli spazi di Fornace Mian, l’installazione di vetro dell’artista olandese Cecil Kemperink.

Fornace Mian aprirà i suoi spazi per mostrare al pubblico l’opera ideata dall’artista olandese e realizzata in fornace, assieme ai maestri vetrai di Murano. L’artista olandese ha avuto la possibilità di trascorrere un periodo di residenza a Venezia in quanto vincitrice di uno dei programmi di “Residenze d’artista” al 12° Premio Arte Laguna assegnato a marzo 2018.

Murano Glass Art Residency è un progetto dedicato alla valorizzazione del vetro di Murano concepito come format dal Premio Arte Laguna, concorso di arte contemporanea tra i più importanti e affermati nel panorama internazionale. Creato per premiare la creatività di un artista che ha il desiderio di sperimentare e lavorare il prezioso materiale conosciuto in tutto il mondo.

CECIL KEMPERINK:

L’artista nata in Olanda nel 1963, è una scultrice che lavora da sempre con diversi materiali, esplorandone la forma, il movimento, l’energia e il suono, spinta dalla voglia di conoscere a fondo la materia con cui lavora. “Prima di questa residenza non avevo esperienza nel lavoro con il vetro” – commenta Cecil – “sono molto fortunata di poter lavorare con i grandi esperti di questo materiale. Scopro molte differenze e anche somiglianze tra vetro e ceramica, il materiale con cui avevo realizzato le mie opere fino ad ora. Nell’installazione Hold me il cerchio è la forma predominante, il concetto è quello di amare, abbracciare, sentirsi al sicuro e io mi sento abbracciata e amata da Venezia, dalla fornace, dalla sua gente e dalla vita.”

La fornace dell’arte contemporanea con l’artista Cecil Kemperink

Venerdì 14 settembre 2018 ore 16.00

Fornace Mian

Fondamenta dei Vetrai 138 – 30141 Murano, Venezia

Per info: +39 347 279 0099 info@artelagunaprize.com

Evento gratuito

premio laguna

NUOVA EDIZIONE DEL PREMIO ARTE LAGUNA CON UNA NUOVA SEZIONE DEDICATA AL DESIGN ED UN PREMIO DI 7 MILA EURO PER OGNI VINCITORE

Il premio Arte Laguna apre la nuova edizione con una grande novità: una nuova sezione dedicata al Design! Una giuria internazionale di 13 esperti d’arte selezionerà le migliori opere e assegnerà 42mila euro in denaro ai 6 vincitori assoluti.

Il Premio è aperto a tutti gli Artisti e Designer, senza limiti di età, sesso, nazionalità o altra qualificazione. Ogni artista può partecipare anche a più sezioni presentando un portfolio di opere inedite o non inedite. Il tema è libero. Di seguito i dettagli di ogni sezione

Pittura

opere realizzate in piena libertà stilistica e tecnica (olio, tempera, acrilico, inchiostro, vinile, acquerello, grafite, matita, collage, stampa di vario tipo, etc.) e su qualsiasi supporto (tela, carta, legno, plastica, ferro, etc.). Le misure massime consentite sono di cm 175 per lato.

Scultura e Installazione

opere create in qualsiasi materiale organico o inorganico, possono anche avvalersi di suoni, luci, video e movimenti meccanici o elettrici. Le misure massime consentite sono: base 4 metri, profondità 4 metri, altezza 8 metri, non ci sono limiti di peso. Le opere che prevedono l’allestimento in spazi bui dovranno essere adattabili allo spazio espositivo a disposizione.

Arte fotografica

fotografie su supporto analogico o digitale, fotografie con elaborazioni digitali. Le misure massime consentite sono di cm 175 per lato.

Video Arte e Cortometraggi

video, film, slow motion, time-lapsee e opere realizzate con tutte le tecniche di animazione su qualsiasi supporto digitale e analogico, cortometraggi cinematografici, promozionali, di computer grafica. Durata massima 15 minuti. Per la candidatura il file video deve essere caricato on-line e non deve superare i 500 mb.

Performance

performance realizzate da uno o più artisti con qualsiasi tecnica e forma espressiva e con l’ausilio di qualsiasi materiale di supporto fornito dall’artista. Gli artisti finalisti si esibiranno la sera dell’inaugurazione presentando la performance in una versione che non superi i 10 minuti.

Arte Virtuale

opere interamente realizzate al computer o facendo uso di applicazioni e dispositivi digitali: video, installazioni, performance in cui l’utilizzo dei media digitali giochi un ruolo significativo in termini di processo creativo e di contenuto; net art, software, dispositivi interattivi, videogame, progetti di augmented reality, rapid prototyping ecc. Le opere che prevedono un’installazione dovranno essere adattabili allo spazio espositivo a disposizione.

Grafica Digitale

immagini e opere generate o manipolate attraverso l’utilizzo di computer, tablet, smarthphone, applicazioni, dove l’intervento tecnologico risulti predominante. Sono incluse opere di pittura digitale, gif e fotografie con prevalenti interventi di manipolazione. Le opere finaliste saranno allestite su monitor o stampate su supporti bidimensionali di dimensioni massime 175 cm per lato.

Arte Ambientale

opere o progetti di arte ambientale e paesaggistica dove l’intervento artistico interagisce con l’ambiente per il quale è stato pensato. Non vi sono limitazioni nella scelta del luogo di intervento. Le opere o i progetti presentati devono essere collegati alla natura e alle sue caratteristiche e più in generale allo spazio ambientale o al paesaggio in cui si inseriscono. Le opere finaliste saranno allestite su pannelli esplicativi.

Arte Urbana

opere o progetti di arte urbana, riqualificazione, street art, graffiti e stencil art dove l’intervento artistico è in relazione con il tessuto urbano e lo spazio pubblico in cui viene pensato e può prevedere l’uso di qualsiasi tecnica (bombolette spray, adesivi artistici, arte normografica, proiezioni video, installazioni ecc..). Non vi sono limitazioni nella scelta del luogo di intervento. Le opere finaliste saranno allestite su pannelli esplicativi.

Design – realizzata con il supporto di Antrax

arredo o complementi d’arredo che arricchiscono l’esperienza abitativa in cui la componente visiva è predominante. Sono compresi finiture e outdoor, non sono accettati elettrodomestici o componenti elettronici. I designer finalisti dovranno presentare un prototipo a grandezza reale o ridotto in scala affinché la dimensione massima del prototipo non superi i 100 cm per lato.

La selezione delle Opere candidate è effettuata da una giuria internazionale composta da 13 membri suddivisi nelle sezioni di concorso.

FONTE:Premio Arte Laguna

driving

MEMORANDUM PUNTI PATENTE, COME RECUPERARLI E POSSIBILI DECURTAZIONI IN BASE ALL’ INFRAZIONE

Non tutti ricordano come funziona il sistema dei punti della patente e soprattutto come verificare il saldo attuale della propria autorizzazione alla guida. In base alla condotta di guida è possibile ottenere punti oppure perderli.

Qualora non si commettano infrazioni partendo da un totale di 20 punti è possibile ottenere due punti ogni anno mentre, qualora si dovessero violare le norme del Codice della Strada, questi possono essere detratti in base alla singola infrazione. Il massimo dei punti previsti è di 30 oltre questo limite, anche in caso di ulteriori anni di “buona condotta”, non è possibile andare.

Come verificare i punti della patente?

Sono presenti tre metodi per verificare il proprio stato di punti presenti nella patente:

– tramite consultazione online del sito del Portale dell’automobilista; il Portale dell’automobilista è il sito di servizi online del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. E’ necessaria la registrazione per poi accedere a una serie di informazioni (revisioni, veicoli e caratteristiche e, appunto, patenti) tra i quali c’è anche il saldo, messo in bella evidenza con tutto lo storico, ovvero i bonus guadagnati e i punti persi.

-tramite numero di telefono; il totale dei punti può essere controllato anche attraverso una telefonata al numero 848 782 782 (al costo di una chiamata urbana). Il servizio è attivo 24 ore su 24.

– tramite un’app da scaricare sullo smartphone; il sisitema che noi suggeriamo perché più agevole e immediato per rimanere aggiornati sullo stato della patente. L’ app gratuita è IPatente alla quale è possibile collegarsi direttamente al proprio profilo usufruendo dei dati del Portale dell’Automobilista ma con una modalità più pratica e diretta.

Come recuperare i punti sulla patente?

Per recuperare punti si può decidere di frequentare i corsi presso le autoscuole o i centri autorizzati dal Ministero dei Trasporti. Dopo 12 ore di lezione si andranno a recuperare fino a 6 punti non potendo, comunque, andare oltre il limite di 20. In questi corsi sono trattati vari argomenti e non sempre è necessario sostenere un esame, ma è sufficiente la raccolta delle presenze.

Fonte: Adico