Archivi categoria: Eventi

cecil

IL PREMIO ARTE LAGUNA IN OCCASIONE DELLA VENICE GLASS WEEK PRESENTA L’INSTALLAZIONE DI VETRO DELL’ARTISTA OLANDESE CECIL KEMPERINK

Durante l’evento l’artista porterà gli spettatori a vivere la sua opera realizzata con i maestri vetrai. Un’installazione che si fa performance per immergersi completamente nella creazione in vetro di Murano.

Il Premio Arte Laguna presenta, venerdì 14 settembre alle ore 16.00 presso gli spazi di Fornace Mian, l’installazione di vetro dell’artista olandese Cecil Kemperink.

Fornace Mian aprirà i suoi spazi per mostrare al pubblico l’opera ideata dall’artista olandese e realizzata in fornace, assieme ai maestri vetrai di Murano. L’artista olandese ha avuto la possibilità di trascorrere un periodo di residenza a Venezia in quanto vincitrice di uno dei programmi di “Residenze d’artista” al 12° Premio Arte Laguna assegnato a marzo 2018.

Murano Glass Art Residency è un progetto dedicato alla valorizzazione del vetro di Murano concepito come format dal Premio Arte Laguna, concorso di arte contemporanea tra i più importanti e affermati nel panorama internazionale. Creato per premiare la creatività di un artista che ha il desiderio di sperimentare e lavorare il prezioso materiale conosciuto in tutto il mondo.

CECIL KEMPERINK:

L’artista nata in Olanda nel 1963, è una scultrice che lavora da sempre con diversi materiali, esplorandone la forma, il movimento, l’energia e il suono, spinta dalla voglia di conoscere a fondo la materia con cui lavora. “Prima di questa residenza non avevo esperienza nel lavoro con il vetro” – commenta Cecil – “sono molto fortunata di poter lavorare con i grandi esperti di questo materiale. Scopro molte differenze e anche somiglianze tra vetro e ceramica, il materiale con cui avevo realizzato le mie opere fino ad ora. Nell’installazione Hold me il cerchio è la forma predominante, il concetto è quello di amare, abbracciare, sentirsi al sicuro e io mi sento abbracciata e amata da Venezia, dalla fornace, dalla sua gente e dalla vita.”

La fornace dell’arte contemporanea con l’artista Cecil Kemperink

Venerdì 14 settembre 2018 ore 16.00

Fornace Mian

Fondamenta dei Vetrai 138 – 30141 Murano, Venezia

Per info: +39 347 279 0099 info@artelagunaprize.com

Evento gratuito

premio laguna

NUOVA EDIZIONE DEL PREMIO ARTE LAGUNA CON UNA NUOVA SEZIONE DEDICATA AL DESIGN ED UN PREMIO DI 7 MILA EURO PER OGNI VINCITORE

Il premio Arte Laguna apre la nuova edizione con una grande novità: una nuova sezione dedicata al Design! Una giuria internazionale di 13 esperti d’arte selezionerà le migliori opere e assegnerà 42mila euro in denaro ai 6 vincitori assoluti.

Il Premio è aperto a tutti gli Artisti e Designer, senza limiti di età, sesso, nazionalità o altra qualificazione. Ogni artista può partecipare anche a più sezioni presentando un portfolio di opere inedite o non inedite. Il tema è libero. Di seguito i dettagli di ogni sezione

Pittura

opere realizzate in piena libertà stilistica e tecnica (olio, tempera, acrilico, inchiostro, vinile, acquerello, grafite, matita, collage, stampa di vario tipo, etc.) e su qualsiasi supporto (tela, carta, legno, plastica, ferro, etc.). Le misure massime consentite sono di cm 175 per lato.

Scultura e Installazione

opere create in qualsiasi materiale organico o inorganico, possono anche avvalersi di suoni, luci, video e movimenti meccanici o elettrici. Le misure massime consentite sono: base 4 metri, profondità 4 metri, altezza 8 metri, non ci sono limiti di peso. Le opere che prevedono l’allestimento in spazi bui dovranno essere adattabili allo spazio espositivo a disposizione.

Arte fotografica

fotografie su supporto analogico o digitale, fotografie con elaborazioni digitali. Le misure massime consentite sono di cm 175 per lato.

Video Arte e Cortometraggi

video, film, slow motion, time-lapsee e opere realizzate con tutte le tecniche di animazione su qualsiasi supporto digitale e analogico, cortometraggi cinematografici, promozionali, di computer grafica. Durata massima 15 minuti. Per la candidatura il file video deve essere caricato on-line e non deve superare i 500 mb.

Performance

performance realizzate da uno o più artisti con qualsiasi tecnica e forma espressiva e con l’ausilio di qualsiasi materiale di supporto fornito dall’artista. Gli artisti finalisti si esibiranno la sera dell’inaugurazione presentando la performance in una versione che non superi i 10 minuti.

Arte Virtuale

opere interamente realizzate al computer o facendo uso di applicazioni e dispositivi digitali: video, installazioni, performance in cui l’utilizzo dei media digitali giochi un ruolo significativo in termini di processo creativo e di contenuto; net art, software, dispositivi interattivi, videogame, progetti di augmented reality, rapid prototyping ecc. Le opere che prevedono un’installazione dovranno essere adattabili allo spazio espositivo a disposizione.

Grafica Digitale

immagini e opere generate o manipolate attraverso l’utilizzo di computer, tablet, smarthphone, applicazioni, dove l’intervento tecnologico risulti predominante. Sono incluse opere di pittura digitale, gif e fotografie con prevalenti interventi di manipolazione. Le opere finaliste saranno allestite su monitor o stampate su supporti bidimensionali di dimensioni massime 175 cm per lato.

Arte Ambientale

opere o progetti di arte ambientale e paesaggistica dove l’intervento artistico interagisce con l’ambiente per il quale è stato pensato. Non vi sono limitazioni nella scelta del luogo di intervento. Le opere o i progetti presentati devono essere collegati alla natura e alle sue caratteristiche e più in generale allo spazio ambientale o al paesaggio in cui si inseriscono. Le opere finaliste saranno allestite su pannelli esplicativi.

Arte Urbana

opere o progetti di arte urbana, riqualificazione, street art, graffiti e stencil art dove l’intervento artistico è in relazione con il tessuto urbano e lo spazio pubblico in cui viene pensato e può prevedere l’uso di qualsiasi tecnica (bombolette spray, adesivi artistici, arte normografica, proiezioni video, installazioni ecc..). Non vi sono limitazioni nella scelta del luogo di intervento. Le opere finaliste saranno allestite su pannelli esplicativi.

Design – realizzata con il supporto di Antrax

arredo o complementi d’arredo che arricchiscono l’esperienza abitativa in cui la componente visiva è predominante. Sono compresi finiture e outdoor, non sono accettati elettrodomestici o componenti elettronici. I designer finalisti dovranno presentare un prototipo a grandezza reale o ridotto in scala affinché la dimensione massima del prototipo non superi i 100 cm per lato.

La selezione delle Opere candidate è effettuata da una giuria internazionale composta da 13 membri suddivisi nelle sezioni di concorso.

FONTE:Premio Arte Laguna

laguna

TOUR DELLE ISOLE DELLA LAGUNA SUD: PARTENZA DA VENEZIA E FUSINA!

Una bellissima giornata dedicata alla nostra laguna tra natura, paesaggio, storia e tradizioni.

Per la pausa pranzo ci sarà un picnic ai murazzi di Pellestrina: si potrà portare cibo e bevande in autonomia oppure prenotare bauletti di specialità veneziane che verranno recapitati la mattina all’approdo delle Zattere.

Sarà una giornata piena di scoperte e una splendida opportunità per godere di buona compagnia e del paesaggio lagunare, il tutto nel rispetto dell’ambiente!

PROGRAMMA DELLA GIORNATA:

Ore 8.30: imbarco alle Zattere
Ore 9:00: imbarco al terminal di Fusina (Canale petroli) e navigazione verso San Pietro in Volta
Ore 11.00 visita al Museo della pesca
Ore 12:00: imbarco e navigazione
Ore 12.30 sosta ai Murazzi per pranzo al sacco
Ore 13:30 imbarco e navigazione verso Poveglia
Ore 15:00 sosta a San Servolo per passeggiata libera o visita guidata al museo della follia
Ore 17:00 rientro e sbarco alle Zattere
Ore 17:30 rientro e sbarco a Fusina

BAULETTI A KM ZERO PER IL PRANZO!

Possibilità di prenotare bauletti per il pranzo a base di specialità fresche di pesce, di carne, vegane! Ecco i menù:

* Bauletto di pesce “Deep Blue” – 13,50 EURO a persona

Capasanta gratinata
Vapore di mare
Insalata di Farro con salmone fresco
Seppia ripiena

*Bauletto vegano “Vegan White” – 13,50 EURO a persona

Parmigiana di melanzane
Farro alla mediterranea
Zucchine menta e sesamo
Carote allo zenzero

*Bauletto carne e verdure “Funny Orange” – 12,00 EURO a persona

Cous cous di verdure
Insalata di verdure con mozzarelle e pollo al sesamo
Macedonia di frutta

Per INFO E PRENOTAZIONI: VivoVenetia

TARIFFE:

Adulti: 44 EURO a persona
Bambini 6 -16 anni: 30 EURO a persona.
Tariffa famiglia: 2 adulti + 2 bambini: 120 EURO.

Opzione Menù di pesce Deep Blue: 13,50 EURO a persona
Opzione Menù vegano Vegan White: 13,50 EURO a persona
Opzione Menù verdure e carne Funny Orange: 12,00 EURO a persona

Visita guidata a San Servolo: 12 EURO a persona (in fase di prenotazione è possibile segnalare il proprio interesse; la visita si attiva con 10 partecipanti e sarà possibile saldare la quota all’imbarco).

INFORMAZIONI PRATICHE:

Si consiglia di portare un telo da giardino per la pausa picnic, protezione solare, cappellino o altro.
Esperienza adatta a bambini a partire dai 6 anni.
Prenotabile fino al 20 Luglio 2018.

INCLUSO:

Tour in barca giornata intera.
Visita al museo della pesca di Pellestrina

Bauletto per il pranzo (opzionale)
Visita guidata al Museo della Follia di San Servolo (opzionale; minimo 10 iscritti)

ESCLUSO:

I bauletti non includono bevande.
Tutto quanto non esplicitamente incluso nelle opzioni.

INFO E PRENOTAZIONI:

Via mail a info@vivovenetia.com, al tel. 041 4830469.

scogliera

TORNA SABATO 30 GIUGNO ALLE ORE 21.30 L’ATTESO APPUNTAMENTO CON LA SCULTURA, IL SOLE ED IL MARE A CAORLE.

Il Premio internazionale di scultura all’aperto vede come protagonisti interventi diretti degli scultori sulla scogliera fronte mare della città di Caorle, borgo storico a soli pochi chilometri da Venezia.

Le sculture valorizzano il percorso pedonale lungo il mare, che diviene così unico nel suo genere, regalando una singolare e incantevole “passeggiata d’arte”.

L’evento conclusivo del Progetto ScoglieraViva si terrà sabato 30 giugno presso la Scogliera della Madonna dell’Angelo alle ore 21.30.

Si potranno conoscere gli artisti e i giurati e scoprire le tre nuove opere scolpite direttamente sui massi della scogliera, queste si aggiungono alle altre 100 sculture già create in passato.

La serata è presentata da Paolo Zippo di Radio Company e animata dalla musica di Funkyup.

Gli artisti Markus Wüste, Federico E. Peruzzotti e Sangam Vankhade hanno lavorato per 10 giorni (dal 21 al 30 giugno 2018), sotto gli occhi di cittadini, turisti e visitatori, per trasformare il masso della scogliera frangiflutti prescelto in una vera e propria opera d’arte!

La scogliera di Caorle è una delle più belle passeggiate sull’Alto Adriatico. L’immagine del centro storico di Caorle da un lato, ed il mare dall’altro, rappresentano una veduta tra le più suggestive, arricchita, al termine della diga, dall’antica ed affascinante chiesa della Madonna dell’Angelo.

Grazie a questa apprezzata manifestazione, l’artista regala la vita ad un masso, sprigionandone le forme che ci rimandano al mondo animale, all’uomo, all’amore, alla metafisica, attribuendo così nuovi significati ad una scogliera che oggi è fra le più famose e conosciute d’Italia.

PREMI: Il concorso giunto alla XIX edizione mira ad arricchire il patrimonio di Caorle trasformando la scogliera in una vera e propria galleria d’arte contemporanea a cielo aperto, i cui mutamenti saranno dati dal tempo e dagli agenti naturali. Il concorso prevede l’assegnazione di 3 premi in denaro di 2000 € netti ciascuno, per ognuno dei 3 artisti vincitori selezionati dalla giuria di premiazione.

Per maggiori informazioni: ScoglieraViva

agricoltura bio

FESTA DEGLI AGRICOLTORI BIODINAMICI VENETI: GIORNATA DI SCAMBIO PER PARLARE DI AGRICOLTURA BIODINAMICA VENETA

Una giornata rivolta agli agricoltori biodinamici e alle loro famiglie, ma anche agli agricoltori biologici interessati al metodo biodinamico. E’ il primo evento che viene organizzato per parlare di agricoltura biodinamica veneta ascoltando le esperienze reali degli agricoltori.

L’Associazione produttori biologici e biodinamici del Veneto (AVEPROBI) e il Gruppo Arena biodinamica, in collaborazione con l’Associazione biodinamica italiana, Demeter e La Biolca hanno organizzato per Domenica 24 giugno 2018 alle ore 10.00 presso l’agriturismo Corte all’Olmo in via Belfiore a Verona “la Festa degli agricoltori biodinamici veneti”, una giornata di scambio per parlare di agricoltura biodinamica veneta.

Una giornata rivolta agli agricoltori biodinamici e alle loro famiglie, ma anche agli agricoltori biologici interessati al metodo biodinamico.

I rappresentanti delle maggiori organizzazioni italiane legate alla biodinamica porteranno il loro saluto poi saranno gli agricoltori a prendere la parola per portare la loro esperienza concreta e pratica legata dell’agricoltura biodinamica nel territorio veneto.

Durante tutto lo svolgimento della Festa sarà inoltre disponibile un punto ristoro con prodotti agricoli biodinamici coltivati dagli agricoltori del gruppo Arena biodinamica. E’ il primo evento che viene organizzato per parlare di agricoltura biodinamica veneta ascoltando le esperienze reali degli agricoltori.

Ormai le realtà presenti sono tante e tali da portare un grande valore aggiunto all’agricoltura veneta, che si è resa necessaria una FESTA per far conoscere questa realtà produttiva che sta dando grandi soddisfazioni agli agricoltori.

Precisiamo che la festa è rivolta esclusivamente ad agricoltori e produttori biologici e biodinamici (e loro familiari), ma non a consumatori e/ o altri operatori economici.

Chi fosse interessato a parteciparvi deve fornire una preiscrizione inviando semplicemente una email all’indirizzo: info@aveprobi.org specificando nome e cognome, numero partecipanti, e tipologia azienda (biologica o biodinamica).

Coordinatore dell’evento: Dr Adriano Zago info@adrianozago.eu

L’Agriturismo Corte all’Olmo:

L’Azienda agricola Corte all’Olmo che si estende su circa 180.000 metri quadrati di terreno, è ubicata a Cà di David Verona, a soli 9 chilometri dal centro città. Nella proprietà insiste un fontanile, un punto in cui l’acqua delle falde affiora alla superficie, formando una polla limpida e pulita che si mantiene ad una temperatura costante (10/15°C) in ogni stagione dell’anno. Dal 1999, l’azienda produce solo con il sistema biologico, e questo ha favorito un ripopolamento spontaneo della fauna e della flora: si incontrano cinciallegre, cardellini, una coppia di falchi una famiglia di upupe, lepri, fagiani, il martin pescatore, e una vegetazione autoctona varia ed abbondante. La Corte all’Olmo, a discapito della crescente urbanizzazione e industrializzazione, propone un ambiente naturale, in cui è praticata l’agricoltura biologica: si coltivano kiwi, pesche, mele, pere albicocche, prugne, susine, cachi, un produttivo orto familiare, piante officinali e animali da cortile e due asini.

Surfaces Festival

SURFACES FESTIVAL-ITS LIQUID: FESTIVAL INTERNAZIONALE DI ARTE E ARCHITETTURA A VENEZIA

Surfaces festival, festival internazionale di arte e architettura, sarà presente a palazzo Ca’ Zanardi dal 25 maggio al 25 novembre, mentre al The Room-Contemporary Art Space dal 26 maggio al 25 novembre 2018.

In collaborazione con Venice Group e Palazzo Ca’ Zanardi, Its Liquid Group presenta l’apertura di “Surfaces Festival-Its Liquid”, il festival internazionale di arte e architettura. Questo sarà presente a Venezia a Palazzo Ca’ Zanardi dal 25 maggio al 25 novembre 2018, al The Room-Contemporary Art Space dal 26 maggio al 25 novembre 2018 e in altri prestigiosi locali e palazzi storici nello stesso periodo della Biennale di Architettura 2018-16a Mostra Internazionale di Architettura intitolata “FreeSpace”, a cura di Yvonne Farrell e Shelley McNamara, presieduta da Paolo Baratta, e ospitata ai Giardini e all’Arsenale, e in altri luoghi di Venezia. Surfaces Festival è organizzato e curato dall’architetto, fondatore e direttore di The Room-Contemporary Art Space e Its Liquid Group Luca Curci, in collaborazione con Venice Events e il direttore di Palazzo Ca’ Zanardi Andrea Chinellato.

Il festival si compone di 3 mostre principali: Corpi (dal 25 maggio al 12 luglio 2018), Luoghi (dal 27 luglio al 13 settembre 2018) e Spazi (dal 28 settembre al 25 novembre 2018), incentrati su temi diversi, dedicati alla videoarte, alla performing art e all’Accademia di architettura di Venezia. L’apertura di Corpi, il primo appuntamento del festival, si terrà il 25 maggio 2018 a Palazzo Ca ‘Zanardi a Venezia a partire dalle ore 18:00 e sarà ad ingresso gratuito; il 26 maggio, invece, l’apertura sarà presso The Room-Contemporary Art Space a Venezia, a partire dalle ore 18:00 sempre con ingresso gratuito ai partecipanti. Inoltre, il 25 maggio 2018 ci sarà un’anteprima privata del festival a Palazzo Ca ‘Zanardi, a partire dalle ore 17:00.

La struttura di Corpi è una ricerca sull’identità fisica umana, concepita non solo come un sistema organico materiale, ma anche come un organismo in evoluzione con sensazioni, sentimenti e caratteristiche peculiari, in costante connessione con altri corpi e spazi: il corpo umano che ci connette al mondo. Il festival si concentra sul concetto di superfici, confini e strutture tra corpo, mente e anima, l’identità umana e la città, lo spazio e il terreno. Analizza l’idea dei luoghi umani e urbani, di come le persone li vivono e di come sono modificati nella società contemporanea. Ogni essere umano vive in un mondo in cui le superfici modellano i suoi atteggiamenti e comportamenti, limitando la libertà e creando un senso di alienazione. L’uomo reagisce rompendo i limiti e trovando un nuovo modo di vivere. Immaginiamo un mondo di “corpi liquidi e città”, in cui le differenze creano nuove possibilità, sviluppando nuove strutture, fisiche, intellettuali e spirituali. Il festival si propone di analizzare la relazione tra corpo e spazio e l’ibridazione tra identità e contesti culturali/fisici/sociali/urbani nel tempo contemporaneo.

Fonte: ItsLiquid

Luca Zaia, Tatiana Pais Becher e Massimo Panighel

VENEZIA PRESENTA L’UCI MTB MARATHON WORLD CHAMPIONSHIP 2018 DI AURONZO DI CADORE (BL)

Martedì 15 maggio 2018 è stato presentato a Venezia l’UCI MTB Marathon World Championship 2018, competizione ciclistica che si terrà il 15 settembre a Auronzo di Cadore (BL).

Il 15 settembre 2018 si svolgerà ad Auronzo di Cadore, in provincia di Belluno, la competizione ciclistica UCI MTB Marathon World Championship 2018 con atleti Elite convocati dalle rispettive nazionali. Il giorno successivo, invece, nello stesso splendido scenario dolomitico, sarà il turno della 3Epic MTB Marathon dedicata agli amatori. La competizione è stata presentata martedì 15 maggio a Venezia, nella sede della Giunta Veneta, partner istituzionale dell’evento. Il percorso del campionato mondiale prevede 113 km per la gara maschile, con 4.500 metri di dislivello, e 98 km per la gara femminile con 3.600 metri di dislivello. Entrambe le gare si svolgeranno tra gli scorci di grande bellezza delle Tre Cime di Lavaredo, riconosciute dall’UNESCO Patrimonio Naturale dell’Umanità, ed il lago di Misurina. A presentare la manifestazione sono intervenuti il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia, il Sindaco di auronzo di Cadore Tatiana Pais Becher e il Presidente dell’Associazione Pedali di Marca ed organizzatore dell’evento sportivo Massimo Panighel.

Luca Zaia, Presidente della Regione Veneto, ha dichiarato: “La competizione si svolgerà ad Auronzo, nel cuore delle Dolomiti patrimonio dell’UNESCO. È un altro grande evento di caratura internazionale che va ad aggiungersi a quelli in programma nella montagna veneta: la tappa n°15 “Tolmezzo-Sappada” del 101° Giro d’Italia che si sta correndo, i mondiali 2021 di sci a Cortina, la candidatura della stessa Cortina per le Olimpiadi invernali 2026. È in qualche modo anche una risposta indiretta a quanti lamentano che la montagna è dimenticata. Ha invece un grande spazio nel nostro cuore e tutta la nostra attenzione”.

Il Sindaco del comune bellunese Tatiana Pais Becher, ha posto l’accento sulla grande possibilità che il Mondiale del 2021 offrirà per promuovere il territorio e sviluppare un turismo sostenibile, ricordando la realizzazione di percorsi ciclabili. Il presidente di Pedali di Marca Massimo Panighel, ha invece evidenziato la bellezza della montagna e la capacità di realizzare eventi importanti come questo, attraverso i quali far conoscere le grandi strutture ciclabili a disposizione di un’attività come il cicloturismo, che è priorità a livello europeo. Durante la conferenza è stato proiettato il video ufficiale dell’UCI MTB Marathon World Championships 2018: un viaggio emozionale dal Palazzo Ducale di Venezia alle Tre Cime fino ad Auronzo di Cadore. Al Presidente della Regione è stata poi donata la mascotte del mondiale Aurosauro, acronimo di Auronzo e Dinosauro, in ricordo delle tracce di dinosauro trovate ai piedi delle Tre Cime di Lavaredo.

Fonte: 3Epic

UCI marathon world championship 2018

UCI MARATHON WORLD CHAMPIONSHIP 2018: L’AVVICINAMENTO CON GLI EVENTI 3EPIC CONTINUA

Pedali di Marca, Comune di Auronzo e Consorzio Turistico Tre Cime Dolomiti, aiutati dal supporto della Regione Veneto, organizzano il Campionato Mondiale UCI di Mountain Bike Marathon dal 14 al 16 settembre 2018.

Il 10 giugno 2018 è in programma la 3Epic Cycling Road, un appuntamento da non perdere per tutti gli appassionati alle bici e non solo. La gara si svolgerà su tre percorsi: Lavaredo100 con un percorso di 111 km a 3.530 mt di dislivello, Comelico80 con 86 km a 2.900 mt di dislivello e Misurina30 con 32 km a 1.455 mt di dislivello. La 3Epic Cycling Road anticipa di qualche mese l’UCI Marathon World Championship, che il 16 settembre farà tappa nel Cadore. Molti i campioni a partecipare, tra cui Rita Gunn, campionessa norvegese considerata la leggenda vivente della Mountain Bike con 19 ori internazionali, che per l’occasione darà inoltre il suo addio alla due ruote, ed Alban Lakata, campione del mondo Marathon.

Continua così l’avvicinamento alla 3Epic Cycling Road, in cui a fare da sfondo sarà il suggestivo panorama delle Tre Cime di Lavaredo, riconosciute Patrimonio Naturale dell’Umanità dall’UNESCO. Ai piedi di queste passerà la 15esima tappa del Giro d’Italia, Tolmezzo – Sappada, che percorrerà al contrario gran parte del percorso 3Epic Cycling Road. Il 20 maggio saranno protagoniste le strade del Comelico e del Cadore: dopo il P.sso Tre Croci, si scenderà ad Auronzo di Cadore per salire il P.sso S.Antonio, si attraversa Danta, quindi si scende a Campitello, ci si inerpica per l’inedita salita di Costalissoio attraverso Casada, per poi proseguire per Costalta, San Pietro ed arrivare a Sappada.

Il suggestivo territorio del Cadore, per la bellezza e scenografia dei suoi paesaggi, è stato scelto anche per girare alcune scene di Red Cup, spin-off della celebre saga cinematografica di Star Wars. Tutti gli eventi 3Epic in programma passeranno da Misurina, dove, incastonato a 1.780 metri di altitudine nel cuore delle Dolomiti, si trova l’Istituto Pio XII, l’unico centro in Europa per la diagnosi, la cura e la riabilitazione dell’asma infantile in alta quota che sfrutta un microclima unico e salutare.

Fonte: 3Epic

modello 730

A MAGGIO QUATTRO APPUNTAMENTI CON IL SERVIZIO DI ASSISTENZA COMPILAZIONE MODELLO 730 PROPOSTI DA ADICO

Adico inaugura sabato per il mese di maggio una serie di 4 appuntamenti con il servizio di assistenza alla compilazione del modello 730.

A grande richiesta sabato prossimo si inaugura il primo dei quattro appuntamenti del mese di maggio con il servizio di assistenza alla compilazione del modello 730 proposto dall’Adico per l’anno 2018. Anche per questo mese, dopo il successo registrato ad aprile, le prenotazioni sono moltissime e i posti sono purtroppo limitati ; consigliamo quindi di contattare la nostra segreteria per fissare l’appuntamento.
Ricordiamo inoltre che rispetto all’anno 2017 sono presenti due importanti NOVITA’. Innanzitutto, chi utilizza per la prima volta il servizio Adico deve presentare i modelli 730 dell’anno 2015 e 2016 oltre che quello del 2017, mentre chi ha già utilizzato il servizio lo scorso anno non è tenuto a farlo.
La seconda NOVITA’ invece si riferisce ai PENSIONATI ai quali verrà scaricato il CUD direttamente nella nostra sede.
SERVIZIO DI ASSISTENZA ALLA COMPILAZIONE DEL MODELLO 730
Il servizio si svolgerà nella sede dell’Adico (via Volturno, 33, Mestre)ed è rivolto a tutte le persone che necessitano del servizio, soci e non. Di seguito gli appuntamenti rimasti:
SABATO 5, 12, 19 E 26 MAGGIO.

Vi consigliamo caldamente di prenotare, contattando la segreteria dell’associazione, preferibilmente la mattina, dal lunedì al venerdì (orario 9-13 e 15-19). Numero di telefono 041-5349637 per essere sicuri di trovare posti liberi. Nel sito http://www.associazionedifesaconsumatori.it si possono trovare, inoltre, tutte le informazioni relative al servizio.
DOCUMENTAZIONE NECESSARIA:
-Delega per l’accesso alla dichiarazione
-Copia documento di identità e codice fiscale
-Copia dichiarazione redditi anno precedente e ricevute Irpef per acconti pagati
-Stato famiglia in carta semplice o autocertificazione della composizione familiare e autocertificazione del domicilio per la notificazione degli atti
-Dati del sostituto d’imposta che effettuerà il conguaglio
-Copia dei contratti di acquisto o di vendita di terreni, fabbricati, completi di dati catastali e copia contratto di mutuo.
Redditi:
-Affitti: il totale degli affitti percepiti nell’anno 2015 suddivisi per immobile
-Modelli Cu per redditi di lavoro dipendente, di pensione, collaborazione
-Altri redditi: collaborazione occasionale (prospetti imponibili e ritenute effettuate)
Per quanto invece concerne gli oneri deducibili:
-Spese mediche, chirurgiche: prescrizione ,fatture o ricevute e scontrini.
-Spese veterinarie
-Spese mantenimento cani guida
-Interessi sui mutui ipotecari o agrari pagati nell’anno e Premi per assicurazione vita, infortuni e contributi previdenziali volontari
-Polizza assicurativa S.S.N assicurazione R.C AUTO
-Contributi e premi versati alle forme pensionistiche complementari e individuali
-Spese per rette relative alla frequenza di asili nido
-Spese di frequenza a corsi di istruzione secondaria o universitaria
-Spese per canoni di locazione sostenute da studenti universitari fuori sede
-Spese funerarie
-Spese per assistenza personale per soggetti non autosufficienti
-Spese per attività sportiva praticata dai ragazzi
-Erogazioni liberali e contributi versati al Clero, Paesi in via di sviluppo, Stato, Onlus, Amministrazioni pubbliche, ecc.
-Contributi versati per addetti ai servizi domestici familiari
-Assegni corrisposti al coniuge (ad esclusione di quelli destinati al mantenimento dei figli)
-Documentazione relativa alla detrazione per ristrutturazione edilizia
-Documentazione relativa alla detrazione per interventi finalizzati al risparmio energetico e contratti di locazione di immobili adibiti ad abitazione principale; contratti di locazione convenzionali ( L. n. 431 del 1998 , art.2 co 3 e art. 4 co 2e 3).
Si ricorda che è necessario portare in doppia copia la documentazione originale poichè gli addetti terranno solo le fotocopie, non potranno infatti ritirare nessun documento originale.
Coloro che hanno già usufruito del servizio con Adico non dovranno ripresentare la documentazione relativa al risparmio energetico e alle ristrutturazioni edilizie relative ad anni precedenti al 2017.

Fonte: Adico

Borderline

“BORDERLINE – TRE PASSI NEL FOTOGIORNALISMO”, RASSEGNA DI INCONTRI E WORKSHOP A VENEZIA

Il gruppo Mignon di Padova e Frequenze Visive, propongono “Borderline”, una rassegna di incontri e workshop che ha come intento quello di riscoprire il senso di una fotografia “autentica” attraverso i racconti dei fotografi che hanno aderito all’iniziativa.

Dopo Franco Zecchin e Monika Bulaj, il gruppo Mignon di Padova e Frequenze Visive invitano gli appassionati di fotografia ad una serata con l’artista Francesco Cito il 20 aprile 2018 a Vignovo (VE), nella sala polivalente del Municipio in Via Veneto 2. L’intento è quello di fermarsi a riscoprire il senso di una fotografia “autentica”, attraverso i racconti dei fotografi che hanno aderito all’iniziativa. Questa rassegna rappresenta, inoltre, un’occasione per conoscere questi autori; attraverso i loro racconti apprenderemo le loro esperienze fotografiche e avremo modo di immergerci nelle più diverse espressioni della fotografia. Verrà inoltre proposto un workshop di “Street Photography” con i relatori Ferdinando Fasolo e Giampaolo Romagnosi del Gruppo Mignon. Gli incontri con Francesco Cito si terranno dalle ore 21:00 e sono a ingresso libero.

Nella rassegna “Borderline”, sono stati invitati tre fotoreporter che parleranno del cambiamento avvenuto nella fotografia con l’arrivo del digitale: Franco Zecchin che per anni, assieme a Letizia Battaglia, ha documentato la mafia a Palermo, rischiando più volte la vita per l’esigenza di documentare questa città ferita; Monika Bulaj, che ha svolto e svolge tutt’ora la sua ricerca sui confini delle fedi, minoranze etniche e religiose, popoli nomadi, migranti, intoccabili, diseredati, in Europa e Asia, in Africa e nei Caraibi; e infine Francesco Cito, che ha realizzato reportage in Afganistan, Libano e nei Territori Palestinesi nei quali è rimasto, tra l’altro, ferito durante gli scontri. “Borderline” vuole fermarsi a riscoprire il senso di una fotografia “autentica”, attraverso l’ascolto di tre fotoreporter di fama internazionale; fotografi che, eroicamente, hanno messo e mettono ancora passione per documentare le ingiustizie, i dolori e le fatiche dell’Uomo.

Francesco Cito, è nato a Napoli il 5 maggio 1949. Interrotti gli studi si trasferisce a Londra nel 1972 per dedicarsi alla fotografia. L’inizio in campo fotografico nel 1975 avviene con l’assunzione da parte di un settimanale di musica pop-rock, e per esso gira l’ Inghilterra, fotografando concerti e personaggi della musica leggera. In seguito, divenuto fotografo free-lance, inizia a collaborare con The Sunday Times magazine, che gli dedica la prima copertina per il reportage “La Mattanza”. Successivamente collabora anche con L’Observer magazine.

Nel 1980, è uno dei primi fotoreporter a raggiungere clandestinamente l’Afghanistan occupato con l’invasione dell’Armata Rossa, e al seguito di vari gruppi di guerriglieri che combattevano i sovietici, percorre 1200 KM a piedi.

Nel 1982-83 realizza a Napoli un reportage sulla camorra, pubblicato dalle maggiori testate giornalistiche, nazionali ed estere. Nel 1983 è inviato sul fronte Libanese da Epoca, e segue il conflitto in atto fra le fazioni palestinesi; i pro siriani del leader Abu Mussa, e Yasser Arafat e i suoi sostenitori. E’ l’unico foto-giornalista a documentare la caduta del campo profughi di Beddawi, ultima roccaforte di Arafat in Libano. Seguirà le vari fasi della guerra civile libanese, fino al 1989.

Nel 1984 si dedica alle condizioni del popolo palestinese all’interno dei territori occupati della West Bank (Cisgiordania) e la Striscia di Gaza. Seguirà tutte le fasi della prima “Intifada” (1987-1993) e della seconda (2000-2005). Resta ferito tre volte durante gli scontri. Nel 1994 realizza per il tedesco Stern magazine un reportage sui coloni israeliani oltranzisti. Nell’aprile 2002, è tra i pochi ad entrare nel campo profughi di Jenin, sotto coprifuoco durante l’assedio israeliano, alle città palestinesi. Nel 1989 è inviato in Afghanistan dal Venerdì di Repubblica e ancora clandestinamente a seguito dei “Mujahiddin” per raccontare la ritirata sovietica. Tornerà in quelle aree di nuovo nel 1998 inviato dal settimanale Panorama, con l’intento di incontrare Osama Bin Laden. Intento non andato a buon fine a causa l’inizio dei bombardamenti americani.

Nel 1990, è in Arabia Saudita nella prima “Gulf War” con il primo contingente di Marines americani dopo l’invasione irachena del Kuwait. Seguirà tutto il processo dell’operazione “Desert Storm” e la liberazione del Kuwait nel 27-28 febbraio 1991. Nei suoi viaggi attraverso il Medio Oriente, in più occasioni ha focalizzato il suo interesse a raccontare i vari aspetti dell’Islam dal Pakistan al Marocco. Negli anni ‘90 segue le varie fasi dei conflitti balcanici.

Nel 2000 realizza un reportage sul “Codice Kanun”, l’antica legge della vendetta di origini medievali nella società albanese. In Italia si occupa spesso di casi di mafia, ma anche di eventi come il Palio di Siena che gli varrà il primo premio al World Press Photo 1996 ed altri rilevanti aspetti della società contemporanea. Dal 1997 l’obiettivo è anche puntato sulla Sardegna fuori dagli itinerari turistici, tra il sociale e le tradizioni, lavoro già in parte racchiuso in foto-libro.

Nel 2007 è invitato dal Governatorato di Sakhalin (Russia), l’isola ex colonia penale raccontata da Checov, per un lavoro fotografico, sul territorio, illustrando la vita e le attività produttive, a seguito della scoperta di ingenti giacimenti petroliferi. Lavoro divenuto una mostra e un foto libro editato in Russia. Nel 2012 la prestigiosa casa di gioiellieri parigini “Van Cleef & Arpels” gli commissiona la realizzazione di un lavoro fotografico, in cui descrivere l’operosità attraverso le mani dei loro artigiani, nel confezionare i gioielli più esclusivi del mondo, raccontati in un volume stampato in 35mila copie in nove lingue.

Nel 1995 il World Press Photo gli conferisce il terzo premio Day in the Life per il “Neapolitan Wedding story”.

Nel 1996 il World Press Photo gli conferisce il primo premio per il Palio di Siena.

Nel 1997 l’Istituto Abruzzese per la storia d’Italia contemporanea, gli conferisce il premio “Città di Atri” per l’impegno del suo lavoro sulla Palestina.

Nel 2001 il Leica Oskar Barnak Award lo segnala con una Menzione d’Onore per il reportage “Sardegna”.

Nel 2004 riceve il premio Città di Trieste per il Reportage I’edizione. Nel 2005 riceve il premio: La fibula d’oro, a Castelnuovo Garfagnana (LU).

Nel 2005 riceve il premio ” Werner Bischof ” Il flauto d’argento ad Avellino.

Nel 2006, l’associazioni FIAF lo insigna del titolo “Maestro della fotografia italiana.

Nel 2006 vince il premio Bariphotocamera.

Nel 2007 riceve il premio Benevento. Nel 2009 vince il premio San Pietroburgo (Russia).

Nel 2009 insignito del premio Antonio Russo per il reportage di guerra, (Pescara).

Nel 2013 Vince il primo premio Canon-Mondadori.

Ha collaborato e pubblicato sulle maggiori riviste nazionali e straniere: Bunte, Epoca; l’Europeo; Figaro magazine; Frankfurter Allgemeine magazine; Illustrazione Italiana; Il Venerdì di Repubblica; The Indipendent; Io Donna; Il Sole 24 Ore mag; L’Express; Life; The Observer mag; Panorama; Paris Match; Sette-Corriere della Sera; Smithsonian magazine; Stern; Sunday Times; Traveler; Zeit mag;

Fonte: Francesco CitoArte.it