Archivi categoria: Eventi

CORTINA SARA’ LA META DEI GIOIELLI DELL’INDUSTRIA NAUTICA

L’undicesima edizione dello superyacht design symposium verrà celebrata a Cortina.

Cortina d’Ampezzo sarà il palcoscenico per gli eventi dedicati all’ imprenditoria navale di lusso del 2019. Questo paese,infatti, ospiterà l’undicesima edizione dello Superyacht Design Symposium, dal 27 al 29 gennaio.

L’enorme evento avrà al suo interno 400 tra i più importanti designer di superyacht, dirigenti di cantieri navali e altri professionisti del settore, che racconteranno le nuove tendenze sul mercato.

Al centro dell’incontro vi sarà l’innovazione. Il symposium sarà l’occasione giusta per promuovere e premiare le imprese che meglio incarnano questa visione imprenditoriale all’avanguardia, orientata alla ricerca tecnologica avanzata.

La manifestazione del Superyacht Design Symposium approda ,quindi, nel regno della regina delle dolomiti, Cortina. Per due giorni, dal 27 al 29 gennaio, i nomi più conosciuti del design nautico si incontreranno qui per condividere idee, esperienze e novità sullo yachting partecipando a un programma di attività stimolanti.

L’evento avverrà nella struttura chiamata: “Cristallo”. Si tratta di una costruzione a cinque stelle lusso che fa parte di una ristretta cerchia di hotel che può vantare tra i suoi ospiti le personalità più significative del Novecento.

Nel dettaglio saranno due gli eventi più importanti della celebrazione: Il Boat International Design & Innovation Awards e il Young Designer of the Year Award. Il primo è incentrato sull’ architettura navale esterna e interna. Il secondo, assegna ai giovani un incarico che ha il fine di stimolare la loro curiosità attraverso sfide impegnative.

GLI ARGOMENTI DEL SYMPOSIUM

Uso Innovativo dello Spazio

Lo spazio è essenziale in un’opera: esso concorre a definirne la struttura e il senso.

Sostenibilità

Il design ha un grosso impatto sia sul nostro ambiente che sul nostro ecosistema. Questo tema è principale anche per l’evento di superyacht, nel nome di una responsabilità condivisa.

Design di interni

Il design dei gioielli dell’industria nautica mira tanto all’esterno quanto all’interno. In relazione a questo ci saranno come protagonisti alcuni dei più straordinari interior and fashion designer, che racconteranno il loro mondo.

I PREMI

Al termine dell’evento verranno consegnati alcuni premi di merito.
Il primo sarà destinato al miglior giovane designer dell’anno e il secondo al designer che abbia lasciato una traccia indelebile nel mondo del design nautico.

Inoltre, sarà presente una giuria di esperti di design che valuterà i lavori più interessanti e i progetti per la realizzazione dei superyacht più straordinari sul mercato.

Fonte

SCIENCE GALLERY VENICE

In questi giorni avrà luogo la programmazione “Science Gallery Venice”.

Science Gallery Venice è la galleria veneziana dell’Università Ca’ Foscari. Essa presenterà un nuovo progetto che lega arte e scienza.

Il 17 gennaio avrà luogo il primo appuntamento  di Science Gallery Venice.  Qui sarà inaugurato l’evento “CONNECTED – Hello Machine” composto da una doppia installazione artistica.

L’installazione

L’installazione artistica “Hello Machine” è un progetto dell’ artista Rachel Hanlon. Durante la manifestazione verranno organizzati anche una serie di workshop sull’ arte e la scienza per studenti e ricercatori.

Nella sua opera,la Hanlon, ha modificato l’interazione e la comunicazione uomo-macchina, con particolare attenzione al tema dei telefoni fissi e cellulari nei rapporti sociali.

L’installazione consiste in un telefono fisso degli anni ‘70-’80, modificato per poter registrare le telefonate. Queste vengono poi analizzate dall’artista stessa. Dopo,alzando la cornetta, si farà squillare uno dei telefoni e se qualcuno risponde, si creerà uno spazio di conversazione spontanea.

Programmazione

Il nuovo progetto promette una densa programmazione. Artisti italiani e internazionali che lavorano ad un progetto riconducibile al tema dell’esposizione, potranno , infatti, aderire alla call che verrà lanciata a partire da febbraio 2019. La mostra si occuperà, poi,  delle potenzialità dell’acqua come elemento essenziale del paesaggio. Nel 2020, infine, Science Gallery Venice aprirà ufficialmente le porte nella sua sede definitiva.

Il progetto

L’iniziativa di Ca’ Foscari è un’occasione importante per ampliare il grande polo universitario esistente. Oltre alle attività didattiche si prevedono aree espositive, laboratori di ricerca ed aree ricreative. Per questo l’edificio è pensato come un filtro dove la divulgazione delle discipline scientifiche e la cultura accademica trovano nuove modalità di incontro e dialogo in una  Venezia dalle enormi potenzialità.

Fonte

“VIOFF GOLDEN WOOD EDITION” ALLA FIERA DI VICENZA

“VIOFF Golden Wood edition”: il Vicenzaoro Fuori Fiera dedicato all’Altopiano di Asiago.

Da venerdì 18 a domenica 20 gennaio, presso la Fiera di Vicenza e in centro storico, si terrà “VIOFF Golden Wood edition”, il Vicenzaoro Fuori Fiera ideato dal Comune di Vicenza. Lo scopo è quello di promuovere la città e le sue eccellenze in occasione di Vicenzaoro January, uno dei più prestigiosi saloni internazionali dedicati all’oreficeria e gioielleria, organizzato da Italian Exhibition Group Spa (IEG).

Mostre, concerti, esibizioni, percorsi guidati, laboratori per famiglie, aperitivi e molto altro animeranno piazze, palazzi e vie del centro storico, il salone fieristico e il Teatro Comunale di Vicenza.

Il programma delle iniziative sarà dedicato alla raccolta fondi per la ricostruzione intelligente di un bosco sull’Altopiano di Asiago.
Da venerdì a domenica, infatti, dalle 10 alle 17 presso la Fiera di Vicenza, l’Associazione Nazionale Alpini gestirà un desk per raccogliere le donazioni.

Nella giornata di sabato, dalle 18 alle 22, i desk saranno allestiti anche nei locali del centro storico che ospiteranno gli aperitivi. Tra questi il Moplen, l’Ostaria, Il Grottino, Julien, l’Ovosodo e l’Angolo Palladio.

Tra i vari eventi segnaliamo la Mostra “Il trionfo del colore” che si terrà venerdì 18 e sabato 19 a Palazzo Chiericati e a Palazzo Leoni Montanari e che sarà possibile visitare fino alle ore 22. Per info&biglietti consultare iltrionfodelcolore.it. Il 25% dell’intero incasso di sabato 19 gennaio sarà devoluto al progetto di beneficenza VIOFF-Golden Wood.

Domenica 20 gennaio, invece, alle 20.30 presso il Teatro Comunale di Vicenza andrà in scena il concerto “L’oro della Serenissima”. Durante questo evento l’Orchestra Barocca Andrea Palladio proporrà una delle pagine musicali del barocco veneziano più note: Le Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi. Anche in questo caso l’intero ricavato verrà devoluto in beneficenza.

Per conoscere il programma dettagliato consultare il sito del Comune di Vicenza

MOSTRA “4444 ACQUA E FUOCO”

Mostra “4444 Acqua e fuoco”, in contemporanea a Palazzo Ferro Fini e al Museo Ca’ Rezzonico.

Il Consiglio Regionale del Veneto e la Fondazione Musei Civici di Venezia ospiteranno, per la prima in contemporanea, la mostra “4444 Acqua e Fuoco” degli artisti Toni Venzo e Marco Martalar.

L’esposizione sarà visitabile a Palazzo Ferro Fini dal 22 gennaio 2019 e al Museo Ca’ Rezzonico dal 25 gennaio 2019.

Si tratta di un viaggio tra scultura, arte contemporanea, storia, antica ed attuale. Il tutto per raccontare ciò che lega gli artisti alle proprie radici e alla propria terra: l’Altopiano dei Sette Comuni e la Valle del Brenta.

Il percorso racconterà la storia dell’albero che dalle foreste dell’Altopiano, scendeva dalla Calà del Sasso e, attraverso lo scorrere del fiume Brenta, raggiungeva la laguna e la Città di Venezia.

L’intento degli autori di questo progetto è quello mostrare come la Natura, in particolare i nostri boschi e le nostre montagne, siano in grado di produrre cultura e dalla cultura trovare la forza di rinascere.

“4444” è il numero degli scalini della Calà del Sasso, la gradinata naturale più lunga d’Italia, che unisce da tempi i due territori. All’interno del progetto essa è concepita come una connessione simbolica.

“Acqua e Fuoco”, invece, sono gli elementi che vengono messi in contrapposizione attraverso un’interpretazione del tutto originale e personale della materia.

Forme astratte ed essenziali, in un gioco di volumi e lavorazione della materia lignea, abiteranno le sale antiche del Museo Ca’ Rezzonico e di Palazzo Ferro Fini, creando un dialogo tra arte antica e contemporanea, tra passato e presente.

Questa mostra, infatti, nata nell’Altipiano dei Sette Comuni, passata per Bassano, per poi raggiungere Venezia, ci parla anche della nostra storia, di antichi mestieri, di una identità, in omaggio alla montagna veneta, ai suoi boschi e alla sua gente.

 

Per Info&Orari

  • PALAZZO FERRO FINI

S. Marco 2322 (Laterale Calle larga 22 marzo)
Dal 22 gennaio al 1° aprile 2019
Orario 10.00 – 17.00
Chiuso sabato e domenica
Entrata libera

Per maggiori informazioni visita: Consiglio Regionale del Veneto

 

  • MUSEO CA’ REZZONICO

Dorsoduro 3136
Dal 25 gennaio al 1° aprile 2019
Orario 10.00 – 16.00
Chiuso il martedì

Per maggiori informazioni visita: Fondazione Musei Civici di Venezia

 

UNA CORTINA ROMANTICA PER SAN VALENTINO

Cortina d’Ampezzo propone un’insieme di iniziative ad alta quota per un San Valentino indimenticabile.

Tante occasioni per stupire chi si ama: ammirare i colori delle Alpi, imparare a conoscere le stelle oppure scoprire i sapori del territorio riempiendosi gli occhi e il cuore di bellezza. La magia perfetta per un San Valentino da ricordare.

Un San Valentino scintillante aspetta chi deciderà di trascorrere il 14 febbraio a Cortina:

  • Relax di coppia al rifugio ScoiattoliAverau: vasche idromassaggio e riscaldamento con stufa a legna sorseggiando champagne: questo sarà il programma per coloro che sceglieranno questa meta. Un posto in prima fila di fronte allo spettacolo del tramonto e dell’alba che regalerà ricordi mozzafiato e paesaggi incantati. E ogni venerdì e sabato, i rifugi propongono una cena sotto le stelle.

  • Tofana: Lo storico rifugio Col Druscié organizza il giorno degli innamorati in una delle sue Astro-cene. Vi sarà l’opportunità di fare un aperitivo con cena in terrazza, seguito dalla visita all’osservatorio Helmut Ullrich insieme agli esperti dell’Associazione Astronomica Cortina Stelle.

  • Lagazuoi: In questo caso si gode di un panorama che ha le Dolomiti come protagoniste.Il tutto a quota 2.778 metri. Sarà presente una funivia sospesa tra le nuvole che propone la mostra Snow Art ovvero Dolomiti Romantiche. La maestosità del paesaggio viene raccontata attraverso gli scatti di tre fotografi d’eccezione. Le immagini saranno poi proiettate sulle pareti.

  • Misurina: intorno al lago di Misurina si potrà prendere una pausa dallo sci per immergersi nell’incanto della natura. Passo dopo passo, in un’atmosfera suggestiva si sale fino al rifugio Città di Carpi, dove si gustano manicaretti sul terrazzo panoramico. Arrivati in cima, si può anche ripartire in direzione Malga Maraia;

  • Faloria: Infine,il rifugio Faloria, organizza una vera cena romantica di San Valentino. In programma un menù dedicato alla festa degli innamorati con dell’ intrattenimento fatto di momenti musicali.Completano il quadro i vapori aromatizzati della sauna wellness e la Jacuzzi con vista panoramica dove rilassarsi dopo una giornata sugli sci.

Allora cosa aspetti? Febbraio si avvicina quindi preparati a vivere una delle più intense delle emozioni accanto al tuo partner!

Fonte

COPPA DEL MONDO DI CUCINA A CORTINA

Coppa del Mondo: la “valanga azzurra” dei ristoratori di Cortina.

A Cortina tutto è pronto per la Coppa del Mondo di sci alpino femminile che si terrà dal 18 al 20 gennaio. Ma oltre alle gare sulla neve, c’è un altro grande spettacolo che si prepara ad andare in scena.

I protagonisti, in questo caso, non saranno gli atleti, ma i ristoratori che prenderanno parte alla Coppa del Mondo in ambito culinario.

L’appuntamento avrà luogo presso l’Audi Cortina Lounge, la tenda VIP allestita nella nuova Finish Area di Rumerlo, dove il team degli Chef di Cortina sarà operativo a partire dalle ore 8.30.

La “valanga azzurra” della ristorazione ampezzana nasce spontaneamente circa 10 anni fa, unita dall’amicizia, dalla stima reciproca e dal desiderio di tornare a una cucina fatta di passione e divertimento, come spiegano Fabio Pompanin e Alessandra Bocus, referenti e responsabili del team per il progetto.

Partecipano all’evento Al Camin, Rio Gere, Tivoli, Lago Scin, Ristorante Ariston, Da Aurelio, Baita Fraina, Lodge Alverà, Pasticceria Alverà, Embassy Cortina, Pasticceria Ghedina, La Corte del Lampone e SanBrite.

Valerio Giacobbi, A.D. della Fondazione Cortina 2021, afferma che la scelta di affidare un biglietto da visita così importante come la proposta della ristorazione agli chef di Cortina, nasce dalla volontà di valorizzare le eccellenze del territorio attraverso una cucina capace di raccontare la storia e le tradizioni locali.

 

Le proposte

L’Audi Cortina Lounge, con la sua terrazza panoramica affacciata sul percorso di gara, offre a chi desidera vivere l’esperienza della Coppa del Mondo da protagonista una sala con tavoli a cui sedersi e un menù “a dieci mani”. Gli ospiti saranno guidati in un viaggio attraverso cinque entrées, ognuna delle quali realizzata dagli chef dei ristoranti del team.

Il buffet, coordinato dai ristoratori ampezzani insieme all’azienda Dettagli, vede un’offerta continua dalla colazione (8.30-10.30) all’aperitivo (10.20-12) fino al pranzo. Ma la vera sorpresa di questa edizione è il fatto che nell’Audi Cortina Lounge si potrà pranzare come nei migliori ristoranti di Cortina, un territorio ricco di realtà che da anni investono nell’eccellenza.

A cura del gruppo ristoratori anche la colazione presso la Tenda Atlete e il pranzo per i giornalisti del Media Center: formule veloci che puntano sulle eccellenze.

Un’ulteriore novità della Coppa del Mondo 2019 è il Cortina 2021 Dinner Party al Ristorante Lago Ghedina. L’appuntamento, sabato 19 gennaio ore 20.00 (ingresso con biglietto, info e prenotazioni: Eventi Cortina), ha lo scopo di unire e celebrare le due anime di Cortina, quella glamour e quella sportiva.

 

Contatti

OMNIA Relations | Comunicazione progetti speciali Fondazione Cortina 2021

YOGA DARSANA E MINDFULNESS a Padova

YOGA Darśana e Mindfulness 26/27 gennaio 2019

Il 26 e il 27 gennaio si terrà a Padova il IV Stage del Corso di Formazione Insegnanti Citra Yoga-Hathayoga e Mindfulness.
 
– Introduzione allo Yoga di Patañjali
– Āsana come tecniche di meditazione
(Pratica di Śīrṣāsana, la verticale sulla testa)
– Esercizi per la percezione delle energie sottili
 
PROGRAMMA:
– Sabato
ore 10.30 – lezione teorico-pratica sullo Yoga di Patañjali
ore 11,30 – lezione di hathayoga (Śīrṣāsana)
ore 13.00 – rilassamento e tecniche di visualizzazione
ore 13.30 – pausa pranzo
ore 14.30 – lezione di hathayoga
ore 16.00 – tecniche di percezione delle energie sottili
ore 17.00 – pausa tisana
ore 17.30 – rilassamento e meditazione
ore 18.15 – feedback
 
– Domenica
ore 9.30 – Mindfulness
ore 13,30 – pausa pranzo
ore 14.30 – Eutonia (ripasso del modulo precedente)
ore 15.30 – hathayoga (Sarvangasana, Śīrṣāsana e varianti)
ore 17.00 – pausa tisana
ore 17.15 – meditazione
ore 18.00 – feedback
 

Dove:

C/O Zoo Contenitori Culturali  Via Dietro Duomo 14 – Padova

Informazioni:

  • E-mail: info@madreterraitalia.it
  • Cellulare: 338 9161574

Workshop della Scuola di Formazione di Yoga&Mindfulness CITRA YOGA  (Hatha Yoga, Mindful Yoga, Mindfulness e Compassion Training) condotto da Paolo Proietti, Chiara Mancini e Laura Nalin.
Lo Workshop è aperto a tutti.
Alla fine dei lavori verrà rilasciato un attestato di partecipazione valido per i crediti formativi degli insegnanti Yoga Alliance Italia e CSEN.

 

Fonte: Madre Teresa

PERCORSO VIA INIZIATICA DA JUNG A JODOROWSKY DALLE RADICI AL TESORO 2019 – 2020 PADOVA 19 GENNAIO 2019

PERCORSO VIA INIZIATICA

DA JUNG A JODOROWSKY 2019 – 2020

PRIMO INCONTRO 19 GENNAIO 2019

Via iniziatica da Jung a Jodorowsky

Percorsi di studio e pratica

Psicogenealogia- Metagenealogia 

2019/2020 

“DALLE RADICI AL TESORO”

Condotto da Moreno Fazari con Chiara Mancini

‘Una vita che non viene esaminata, non vale la pena di essere vissuta’

                                     Platone        

La Metagenealogia non è una “terapia” nel senso classico del termine, non è cura per un mal-essere, bensì una profonda presa di coscienza che implica la comprensione degli avvenimenti del passato che ci hanno formato, così come l’apertura ad un impulso futuro cui saremo noi a dare valore e forma.

Occorre sottolineare che senza il desiderio di evolvere non si può realizzare nessun lavoro su se stessi. Evolvere consiste in un progressivo miglioramento di sé, nel percepirsi meno prigionieri delle credenze ereditate, meno ansiosi e frustrati.

Jodorowsky ritiene, da questo punto di vista, possa essere utile, a livello simbolico e metaforico, lo studio dei Tarocchi: specchio della realtà umana, modello dinamico di un’architettura simbolica, bussola per orientarci nello studio (spesso oscuro e nebbioso) dell’Albero Famigliare.

Ecco perché riteniamo sia indispensabile conoscere i significati dei Tarocchi Maggiori e Minori, gli elementi nei quattro centri energetici, le unioni a coppie, le varie estrazioni e costruzioni capaci di rivelare le ragioni della sofferenza della persona.

I Tarocchi non sono stati ideati uno ad uno, simboli separati, ma come parte di un’unità. Così l’individuo non è separato dal suo clan famigliare, anzi ne esprime frustrazioni e nodi come talenti e realizzazioni. Si comprende allora, per coloro che desiderano conoscere gli studi di Jodorowsky, come sia indispensabile    apprendere i significati globali e i legami che uniscono i Tarocchi fra loro e come possono essere risonanza al proprio Albero Famigliare

Per questa ragione proponiamo il Percorso di Iniziazione allo studio della Metagenealogia seguendo gli insegnamenti di Alejandro Jodorowsky, dei suoi amati Tarocchi e del lavoro creativo, autentico.

Chi meglio di Moreno Fazari, suo allievo e collaboratore da più di 25 anni a Parigi, può condurci con consapevolezza, coscienza e cuore in questo PercorsoMoreno Fazari può vantare grande esperienza poiché ha avuto il privilegio di studiare e poi lavorare accanto a Jodorowsky per moltissimi anni e tutt’ora lo segue nelle varie importanti manifestazioni a Parigi. Fazari ora legge i tarocchi ogni mercoledì al Café Minute Papillon, esperienza ereditata dal suo Maestro!

“Saldamente ancorata alle teorie psicologiche e scientifiche. la metagenealogia riflette il percorso artistico di un’intera vita e l’insaziabile ricerca del senso che la anima. Questa disciplina suggerisce che qualsiasi “malattia” può essere intesa come una mancanza di bellezza e di coscienza, e che “guarire” consiste nel diventare autenticamente se stessi”   Alejandro Jodorowsky 

Percorso esperienziale, assolutamente originale nel suo approccio, durante il quale verranno proposti esercitazioni individuali e di gruppo, capaci di mettere in relazione il “Corpo ambiente con la Memoria famigliare”.

La presa di coscienza e la rinnovata capacità di vivere la propria vita, libera dall’invisibile eppur potente ragnatela famigliare, permetterà ai partecipanti di assaporare la bellezza della Vita e di sperimentare … la Danza della Realtà da protagonisti!

“Vivi attraverso quel piccolo pezzo di tempo che è tuo, ma quel pezzo di tempo non è di per sé la tua vita, è la somma di tutte le altre vite che sono contemporanee alla tua…Quello che sei è espressione della storia.” R.Penn Warren – World Enought and Time

I primi due seminari (Tarocchi Maggiori e Minori) sono aperti a tutti. Il percorso diverrà poi riservato ai soli corsisti dal terzo incontro, questo per garantire la giusta privacy e ascolto attento e partecipe, oltre all’accompagnamento individuale da parte di Moreno Fazari e di Chiara Mancini in ogni momento del Percorso.

PROGRAMMA BIENNALE:

Moduli primo anno, 2019

19 e 20 gennaio 2019Storia dei Tarocchi, numerologia e dinamica dei 10 gradi, costruzione del Mandala,Arcani Maggiori– sintesi dei molteplici significati, con particolare attenzione ai vari riferimenti inerenti la Metagenealogia.

16 e 17 marzo 2019Arcani Minori– i gradi della numerologia, le figure, sintesi dei significati seme per seme. Comprensione dei semi nei 4 centri energetici, con riferimento anche allo studio della Metagenealogia.

18 e 19 maggio 2019Metagenealogia= introduzione e fondamenti della teoria di A.Jodorowsly. L’apporto dei Tarocchi, gli ostacoli e i 4 Ego. Costruzione dell’Albero, raccolta delle informazioni, lo  schema. Lo studio delle Mete: comprensione di come sciogliere le nevrosi dell’Albero.

26/27/28 luglio 2019Seminario residenziale. Sepoltura: liberazione dalle nevrosi e blocchi ereditati, nuovo nome ed orizzonti di realizzazione. Esercitazioni ed atti personali e di gruppo, circondati da natura accogliente e ricca di energie positive!

28 e 29 settembre 2019Le 8 Triadi Famigliari, teoria e attività creativa ed intuitiva sul proprio Albero. Dall’unione perfetta alla frattura totale, esercitazioni coi tarocchi e rappresentazione grafica della propria triade.

30 novembre e 1 dicembre 2019Le 5 principali Resistenze: restare aggrappati a sintomi nevrotici per evitare la frattura affettiva o per ottenere l’apprezzamento altrui. Dal Nucleo al Nodo= studio e comprensione della formazione del nodo nei 4 centri energetici.

Moduli secondo anno 2020

18 e 19 gennaio 2020Gli Abusi nei 4 Centri Energetici= studio delle invasioni energetiche e atti creativi capaci di riparazione e guarigione. Insegnamento originale ed unico  di Moreno Fazari.

21 e 22 marzo 2020Apertura dei 7 plessi o chakra. Massaggio iniziatico, teoria e pratica. Pulizia psicosciamanica. Comprensione della memoria nel corpo e dei talenti. Movimento autentico e mindfulness. Lettura dei tarocchi per comprendere i blocchi nei chakra. (insegnamento originale di Fazari e Mancini).

16 e 17 maggio 2020Costruzione e studio di un Albero Famigliare con i Tarocchiinsegnamento davvero speciale per comprendere un albero con poche o nulle informazioni, utile in caso d’adozione o di misteri famigliari.

24/25 e 26 luglio 2020: Seminario residenziale..Atti di nascita. Nevrosi di fallimento, teoria e atti di psicomagia per il loro scioglimento, individuali e collettivi, Presentazione delle tesine. (facoltativo)

19 e 20 settembre 2020Guarigione e liberazione dell’Albero Famigliare.Tecniche di meditazione e visualizzazione, uso dei Tarocchi come specchio dell’Inconscio, lettura del simbolismo nel corpo. Seminario esperienziale, profondamente trasformativo!

14 e 15 novembre 2020Sviluppo dell’integrazione con l’Alleato= meditazione ed esercizi pratici. Costruzione del proprio Altare. Esercizi pratici dai Tarocchi all’Albero con e fra i partecipanti. Discussione delle tesine. Consegna attestati.

Gli incontri 5 week end e 1 ritiro residenziale intensivo all’anno, sono suddivisi in sezioni formative che prevedono esercitazioni teoriche /pratiche con i partecipanti e lo studio sistematico del proprio Albero. Questo approccio d’insegnamento permette di comprendere intellettualmente e praticamente le dinamiche della Metagenealogia, di poter esplorare ed individuare le trappole dell’Albero famigliare, le sofferenze, i conflitti, ma anche i punti di forza e creatività positiva.

Il partecipante (se lo desidera), al termine del secondo anno, presenterà una tesina con la descrizione della lettura, comprensione di un Albero Famigliare, i suggerimenti per portare cura e guarigione, atti psicomagici (psicodrammatici) e tecniche di creatività. La consegna dell’attestato sarà determinata dalla presentazione della tesina e della sua approvazione. 

Il Partecipante, al termine del Percorso di formazione, sarà in grado di leggere “col cuore e con consapevolezza” un Albero genealogico e di portare cura e guarigione. E’ naturale che il tutto preveda un lavoro profondo su se stessi, un processo di trasformazione e di liberazione del proprio talento creativo.

“Fai del recupero di te stesso la priorità assoluta della tua vita” 

Norwood

ORARIO: sabato e domenica, 10.00/13.00-15.00/19.00 circa.

DOVE: c/o ZOO, Contenitori Culturali, Via Dietro Duomo 14, Padova.

Il Week end residenziale intensivo si terrà presso l’agriturismo Torre Colombaia, Pg. La struttura, che ci ospita da alcuni anni, sarà a totale disposizione del gruppo partecipanti, permettendo una completa libertà di orari ed espressione creativa. Luogo immerso nella natura davvero speciale e carico di energie!

Letture consigliate:

Jodorowsky,Costa-LaViadeiTarocchi-Feltrinelli
Jodorowsky.CostaMetagenealogia-Feltrinelli
Jodorowsky–LaDanzadellarealtà-Feltrinelli
Jodorowsky – Psicomagia – Feltrinelli

Il percorso sarà condotto da Moreno Fazari con la collaborazione di Chiara Mancini

 

moreno-fazari-corsi-italia*Moreno Fazari – Tarologo: ha appreso le tecniche della lettura dei Tarocchi e di Psicogenealogia dal suo Maestro Alejandro Jodorowskyper il quale è collaboratore ed assistente da oltre 20 anni, e ne ha sviluppato soprattutto gli aspetti collegati alla psicologia e alla psicogenealogia. Ha inoltre approfondito lo studio di terapie energetiche e dello sviluppo personale. Attualmente vive e lavora a Parigi dove conduce regolarmente corsi e seminari.

 

Chiara Mancini*Chiara Mancini  Naturopata, insegnante di yoga e Mindful yoga, terapeuta specializzata in tecniche bioenergetiche, trainer in meditazione Mindfulness e Compassion Training, esperta conoscitrice dei Tarocchi di cui ha sviluppato soprattutto gli aspetti legati al simbolismo e agli archetipi junghiani. Vive e lavora a Padova dove conduce corsi e seminari legati alla crescita consapevole presso l’Associazione Madre Terra.

 

Per ulteriori informazioni ed iscrizioni, telefonare al numero:

Cell. 338 9161574 – Tel. 049 660184  Chiara Mancini, o via mail info@madreterraitalia.it 

Il percorso è riservato ai soci di MadreTerra.

Il Percorso Iniziatico “Psicogenalogia – Metagenealogia ” rappresenta l’occasione per approfondire un percorso di conoscenza e consapevolezza evolutiva, non ha pretesa di essere sostituibile a terapie psicoterapiche. Non ha alcun scopo diagnostico e/o terapeutico, ma unicamente l’occasione per uno scambio esperienziale e di crescita per e fra i partecipanti.

Fonte

Regata della Befana

6 GENNAIO 2019: LA REGATA DELLA BEFANA TI ASPETTA A VENEZIA

Una curiosa tradizione anima i canali e le vie veneziane per la festività del 6 gennaio 2019: la regata della Befana.

La regata della Befana consiste in una sfida tra i vecchi Soci della più antica società di canottaggio della Città, la Bucintoro. I 50 uomini canottieri saranno travestiti da befane per attraversare il tratto centrale del Canal Grande. La gara inizia da S. Tomà fino al Ponte di Rialto. La linea del traguardo è costituita da una calza gigante  appesa al celeberrimo Ponte di Rialto.

Successivamente alla gara, le volontarie della Forza Rosa distribuiranno a tutti cioccolata calda accompagnata da cioccolatini e caramelle. La distribuzione di queste delizie avverrà proprio al Ponte di Rialto.

In quel periodo Venezia offre una suggestiva mostra presso la Collezione Peggy Guggenheim intitolata La mia arma contro l’atomica è un filo d’erba. Tancredi. Una retrospettiva.  Tancredi Parmeggiani è stato l’unico artista, dopo Jackson Pollock, con il quale Peggy Guggenheim stringe un contratto. Sarà visibile una selezione dei suoi lavori che vedono come protagonista l’arte del secondo con una creatività ed un’intimità spiazzante.

Le origini del mito della “Befana”

Non tutti sanno che l’origine della figura deriva da un insieme di riti propiziatori pagani per i cicli stagionali del terreno legati all’agricoltura. Il mito risale al X-VI secolo a.C. ed è diffuso in tutta Italia, all’estero, invece, non è molto famoso. Nella cultura popolare cristiana, essa è una figura che porta doni in ricordo a quelli che i tre Magi hanno offerto per la nascita di Gesù Bambino.

Fonte: RegioniItaliane

Foto: RaiNews

Feste a Cortina

CORTINA D’AMPEZZO È LA META IDEALE PER PASSARE NATALE E CAPODANNO

Le feste a Cortina d’Ampezzo (BL) sono proprio per tutti! Per grandi e piccini ci sono attività per tutti i gusti.

Cortina si veste di una magia tra le piste da sci, i panorami mozzafiato e i rifugi caratteristici invernali. Il comprensorio di Skipass Cortina ti permette di entrare in contatto con il senso profondo del periodo dell’anno più amato.

Tofana

Giovedì 27 dicembre saranno in tanti, completi di costume rosso, barba, berretto luminoso e campanellino, ad affollare la partenza della seggiovia Socrepes. Il Babbo Natale Party è un incontro gioioso e colorato a cui tutti sono invitati a partecipare per divertirsi insieme. Ma la solidarietà è la vera protagonista: tutti i partecipanti potranno partecipare alla raccolta fondi “Veneto in Ginocchio” attivata dalla Regione Veneto a favore dei territori e delle popolazioni duramente colpite dal maltempo alla fine di ottobre. Per informazioni: www.radunobabbinatale.it

Il 20 dicembre aprirà Masi Wine Bar “Al Druscié sotto la terrazza del rinomato Ristorante Col Druscié 1778. Realizzato in collaborazione con l’azienda vinicola Masi di Verona, sarà il primo wine bar sulle Dolomiti dedicato a vini e cucina.

Faloria

A quota 2.123 metri per un Capodanno speciale al rifugio Faloria. Si cena al rifugio, accompagnati dalla musica di una dj band con un menu di tantissime prelibatezze. Dopo mezzanotte, lo spettacolo pirotecnico illuminerà la prima notte del 2019. Gli ospiti scenderanno comodamente in funivia, l’ultima corsa è alle ore 1.30. L’evento è riservato a chi ha prenotato la cena. Info e prenotazioni: faloria@dolomiti.org

Ski area 5 Torri

Il Rifugio Averau è stato inserito dal Sunday Times tra i migliori 10 ristoranti di montagna delle Alpi. È possibile raggiungere il rifugio il 31 dicembre in seggiovia e poi in motoslitta o, per i veri amanti della montagna, pernottare per 3 notti in camere private o nella classica camerata da rifugio, cenone del 31 dicembre incluso.

Ski area Lagazuoi

L’Hotel Villa Argentina offre una serata di Capodanno particolare sia per adulti sia per bambini e ragazzi. In programma un cenone di San Silvestro con menu a 6 portate, accompagnato dalla musica live di Eugène l’olandese volante. Bambini e ragazzi dai 6 ai 12 anni sono invece invitati a un altro party di Capodanno, con cena, giochi e animazioni. È disponibile un servizio navetta diretto all’hotel per i piccoli ospiti, che potranno partecipare anche alla festa senza genitori.

San Vito di Cadore

I bambini possono trovare tante idee per divertirsi insieme, tra animazione, truccabimbi, gare e giochi organizzati per loro da un’equipe di professionisti nella ski area di San Vito di Cadore. Imperdibile la baby dance quotidiana, dal 27 al 31 dicembre, in compagnia di Scotti, la simpatica mascotte. Chi scierà il 6 gennaio, all’Epifania, incontrerà sicuramente la “Befana sugli sci”, pronta ad offrire dolcetti a tutti i bambini dai 3 anni in su.

E per i regali dell’ultimo minuto…

Una giornata sugli sci è un dono che tutti sanno apprezzare. Ci sono varie possibilità per la famiglia, dal giornaliero allo stagionale, proposte dallo Skipass Cortina, che per Natale regala a tutti coloro che acquisteranno – presso la biglietteria di Skipass Cortina – uno skipass stagionale Dolomiti Superski, lo stagionale di valle dell’area di Cortina (valido per Cortina d’Ampezzo, San Vito di Cadore e Auronzo-Misurina) o lo stesso skipass valido per 8 oppure 12 giornate non consecutive da qui alla fine della stagione, la possibilità di godersi in prima fila le gare di Coppa del Mondo di Sci Alpino Femminile del 19-20 gennaio 2019 in programma sulla pista Olympia delle Tofane. L’offerta include l’ingresso gratuito al parterre, oltre al 30% di sconto sul biglietto VIP per l’Audi Cortina Lounge.

Fonte: OMNIA Relations