ARTVISION+

ARTVISION+: 
UN WORKSHOP PER PROMUOVERE IL VENETO

ARTVISION+:
UN WORKSHOP PER PROMUOVERE IL VENETO

Martedì 11 giugno la Regione del Veneto presenterà ad Antiche Mura Teatro Festival la nuova piattaforma che mette in contatto operatori culturali e turistici per favorire l’organizzazione di eventi e la promozione di destinazioni turistiche meno note

La cultura come fattore di sviluppo locale per valorizzare, con nuovi linguaggi, forme e visioni, destinazioni turistiche meno note e favorire, al tempo stesso, la nascita di nuove sinergie. Sarà proprio la promozione turistica attraverso “il prisma della cultura” il tema al centro del workshop organizzato ad Antiche Mura Teatro Festival martedì 11 giugno, dalle 18:00 alle 20:00, dalla Regione del Veneto, nell’ambito del progetto ArTVision+, in collaborazione con l’Università Ca’ Foscari di Venezia, e finanziato dal Programma europeo Interreg Italia-Croazia. Nella prima parte del workshop, che avrà luogo presso la Torre di Malta di Cittadella, sarà presentata la nuova piattaforma creata per favorire l’organizzazione di eventi nazionali e internazionali, mettendo in contatto gli operatori culturali con quelli del settore turistico; nonché la promozione, grazie anche a video storytelling di stampo artistico, di luoghi fuori dai tradizionali itinerari di viaggio. Nella seconda parte, avrà luogo una suggestiva performance artistica a dimostrazione del fatto che proprio la cultura, nelle sue molteplici declinazioni, può trasformarsi in un prezioso fattore di sviluppo locale. Per l’occasione, si esibiranno Katiuscia Bonato, Matteo Fresch e Daniela Piccolo nello spettacolo della commedia dell’arte “Amori capricci e bizzarrie ai tempi della Serenissima” a cura di Teatro Bresci, in collaborazione con il Comune di Cittadella. Tra lazzi e pantomime degne dei migliori saltimbanchi, gli attori riporteranno il pubblico indietro nel tempo al periodo della potente Serenissima.  
«Il progetto ArTVision+– spiega l’Assessore regionale alla Cultura – sposa un nuovo concetto di promozione turistica, con lo scopo di valorizzare quelle aree dal potenziale inespresso che non sono incluse nei tradizionali itinerari di viaggio, ma che, grazie alla contaminazione tra turismo e cultura, possono trovare un nuovo splendore. Da qui, l’idea di realizzare degli innovativi strumenti di promozione turistica che stiamo presentando all’interno di tre differenti workshop in ambito regionale».       
La partecipazione all’iniziativa è gratuita e rivolta a cittadini, operatori culturali e turistici.

Ufficio Stampa ArTVision+
Giovanni Bregant
cell. 340 4944548

Condividi su:
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Rispondi

avatar